PARTE OGGI LA COPPA CAMPIONI 2009: SENZA AUSTIN E CILLO, LA FORTITUDO TENTA L’IMPRESA: FORZA RAGAZZI!!!!!!!!!!

di GIDEON 12

 

Sei squadre per un sogno: la qualificazione alla Final Four di Barcellona. E, dopo due anni, anche la Fortitudo è tra queste. Da stasera, per sei giorni, a Matino (Puglia), va in scena il girone di qualificazione alle Final Four di giugno di Barcellona.

Final Four che vedranno opporsi, oltre alle due squadre qualificate del concentramento pugliese, le altre due formazioni che hanno ottenuto il pass d’accesso del secondo girone, quello di Nettuno.

 

TERZO POSTO L’ultima volta che la Fortitudo Baseball ha messo piede in terra europea è stato il 17 giugno 2006, in un caldo pomeriggio grossetano. La squadra di Marco Nanni affrontava la compagine tedesca del Paderborn nella finale per il terzo posto, dopo la debacle avvenuta in semifinale contro il Grosseto, culminata con la vittoria dei maremmani per 10 a 0.

La gara con i tedeschi durò dodici inning, e terminò con la valida di Eugenio Monari che pose fine all’incontro e diede la terza piazza finale ai biancoblù.

Ora due anni dopo la Fortitudo ci riprova, pur trovandosi contro avversari di livello e molto ostici.

 

AVVERSARI Delle sei squadre che partecipano al girone di Matino, solamente due sono campioni in carica del proprio paese, il San Marino e il Brno, mentre le altre si sono qualificate per i loro piazzamenti nelle passate edizioni, come il Khineim e il Barcellona, oppure per aver vinto la coppa nazionale, la Fortitudo e il Senart.

Non per questo, però, si può pensare ad un livello scadente. Sono tanti, infatti, i campioni che si affronteranno in questi sei giorni in gare ad altissima tensione. Una sconfitta può costare molto  per la qualificazione a Barcellona.

Vediamo meglio le avversarie della nostra Fortitudo:

 

         CORENDOM KHINEIM (Vice Campione d’Olanda): Sono i campioni in carica della manifestazione e sebbene abbiano perso gli interni Vince Rooi (ceduto all’Amsterdam) e Roel Koolen (ritiratosi), sono ancora la squadra da battere. Infatti sono stati capaci di trattenere campioni del calibro di Bryan Engelhardt, Danny Rombley, Dirk van’t Klooster e Tjerk Smeets e di aggiungere ad un roster già completo anche l’ex minor league di Twins e Reds, Josh Renick.  I probabili partenti saranno David Bergman, Robin van Eis, Patrick Beljaards e Nick Veltkamp. Segnalatevi infine il nome di Michiel van Kampen. Insieme al nostro Fabio Milano è il miglior closer in Europa;

 

         T&A SAN MARINO (Campione d’Italia): Squadra completamente rinnovata da quella che, l’anno scorso, riuscì a battere in gara 7 della finale scudetto il Nettuno. Tra i nuovi acquisti da segnalare il lanciatore venezuelano Luis Ramirez, che sostituirà Figueroa, l’ex Nettuno Carlos Duran e gli olandesi Randy Kirindongo e Joannes Gregorius.

Sempre sotto l’ombra del Titano, campioni del calibro di Max De Biase e Javier Vasquez;

     

         BARCELLONA (Vice Campione di Spagna): Vincitrice della passata Coppa Ceb, la squadra spagnola ha già iniziato il campionato da tre settimane, dimostrando un solido monte di lancio, capace di subire solo un punto di PGL nei 46 inning giocati. Grande merito di questi numeri va dato al lanciatore partente Homer Baez, che ha lanciato ben 28 riprese e potrebbe lanciare anche in due occasioni. Sarà lui, insieme a Felix Isasi, a trascinare una squadra che sarà priva del temibile Jesus Golindano, assente per infortunio;

 

         SENART (Vice Campione di Francia): Qualificatasi grazie alla vittoria in Coppa di Francia, anche la squadra francese possiede un buon monte di lancio, grazie a giocatori del calibro di Evan Blesoff, Samuel Meurant e Mathieu Brelle-Andrade. Da segnalare anche la presenza del catcher cubano Ernesto Martinez e dell’interno americano Andrew Smith;

 

         DRACI BRNO (Campione della Repubblica Ceca): Per evitare di essere la squadra materasso del girone è stato chiamato l’ex lanciatore dei Detroit Tigers, Pat Ahearne anche se sembra poca roba per un monte di lancio di bassa caratura. Le uniche note liete possono venire dal box di battuta dove si dovrà tenere d’occhio le mazze di Pavel Budsky e Jan Jablonka, già in mostra nella passata Coppa Campioni.

 

FORTITUDO Sebbene la squadra biancoblù non abbia avuto una grande pre-season (conclusasi con il record di due vittorie e tre sconfitte), la voglia di fare bene è grande e con gli innesti di Garabito e Rodriguez, la squadra potrà dire la sua. Pesantissima saranno le assenze di Cody Cillo e Richard Austin, tra i migliori giocatori dell’IBL, che giocheranno la prossima stagione in Canada, ma i compagni sicuramente non li faranno rimpiangere.

Si parte subito stasera, alle ore 20.30 (tempo permettendo) contro il San Marino, in diretta TV su Puglia Channel, canale 844 di Sky.

 

L’obbiettivo Barcellona è appena iniziato……

NEWS UPDATE: CAUSA PIOGGIA, TUTTE LE GARE CHE DOVEVANO ESSERE DISPUTATE OGGI SONO STATE RINVIATE. IN SERATA VERRA’ COMUNICATO SE LA SEDE DELLE GARE VERRA’ SPOSTATA (PROBABILMENTE A GROSSETO).

Annunci

I NUOVI ACQUISTI FORTITUDO SONO L’UTILITY EDDY GARABITO E IL LANCIATORE EDDY RODRIGUEZ

Doppio colpo messo a segno dalla Fortitudo Bologna che riesce ad assicurarsi le prestazioni di due giocatori dominicani di ottimo livello, ex-Major ma con una brillante carriera anche nelle Minor Leagues. Garabito e Rodriguez, oltre a condividere il nome Eddy e il paese di nascita, Repubblica Dominicana, sono accomunati da una lunga militanza nell’organizzazione degli Orioles.

Eddy Garabito, 32 anni, è un giocatore completo, che in difesa può ricoprire ogni ruolo, sia all’interno che all’esterno, anche se nella sua carriera ha coperto prevalentemente il cuscino di seconda base, con molte apparizioni anche come interbase.

Esordisce nel 1997 come “rookie” nell’organizzazione di Baltimora, nelle fila dei Bluefield, assaggiando nello stesso anno le Minors con Delmarva (A). Nelle stagioni successive è un crescendo, passando dal singolo A ed avanzato (Frederick) al doppio A (Bowie), per approdare definitivamente nel 2000 al triplo A, dove ha militato per sei stagioni, nelle formazioni di Rochester, Ottawa e Colorado Springs. E proprio l’organizzazione dei Rockies , nel 2005, ad offrire a Garabito l’opportunità del grande salto in Major League, dove disputa 42 partite (88 turni al box, 307 di media con 5 doppi, 1 fuoricampo e 8 punti battuti a casa).

Oltre a questa stagione in Grande Lega, Garabito chiude la sua carriera nelle Leghe minori con una media battuta di .269, forte di 236 doppi, 44 tripli e 64 fuoricampo, in oltre 1.150 partite disputate. L’ultima stagione, il 2008, lo vede protagonista in Independent League con i St. George, chiudendo con medie importanti (339 di media con 13 doppi, un triplo e 9 fuoricampo in 29 gare disputate). Nell’inverno ha poi giocato per i Toros del Este, nella competitiva Lega invernale dominicana. Duttile in difesa, Garabito è un giocatore temibile a livello offensivo, capace di battere di potenza, con compagni in base, abile nel gioco sulle basi (209 rubate a fronte di 105 colti nella sua carriera in Minor League).


Eddy Rodriguez, 27 anni, è un lanciatore destro di rilievo, ruolo che ha sempre ricoperto nella lunga, malgrado l’età ancora giovane, carriera professionistica. Ingaggiato da Baltimora come rookie nel 2000 (Gulf Cost), approda immediatamente al singolo A, nelle fila dei Delmarva.

Anche per lui la crescita è “inesorabile” nei vari livelli delle Minors, singolo A, avanzato, AA e infine triplo A con Ottawa, dove ha disputato tre stagioni dal 2004 al 2006. Nella prima e nell’ultima è stato chiamato in 38 occasioni a giocare per gli Orioles, concludendo la sua carriera in Major League con 2 vittorie e 1 sconfitta in 58.1 riprese lanciate, con 5.40 di media punti guadagnati. Nel 2007 invece una breve apparizione in triplo A nell’organizzazione dei Florida Marlins. La sua stagione migliore è il 2006, quando con Ottawa in triplo A ottiene 3 vittorie e 12 salvezze, a fronte di una sola sconfitta, con 1.71 di media punti guadagnati ed una media di 10.5 strike-out ogni 9 riprese. I suoi numeri complessivi in Minor League, otto stagioni in tutto, descrivono un lanciatore di carattere, utilizzato prevalentemente come closer. Per lui 290 partite e 375 riprese di gioco, con 17 vittorie e altrettante sconfitte, 52 salvezze e 3.00 di media pgl.

Si tratta quindi di un partner ideale per Jesus Matos, con il quale condivide la città di nascita (San Pedro de Macoris, che ha dato i natali anche a Sammy Sosa, Alfonso Soriano, Luis Castillo e Daniel Cabrera).

La sua veloce (oltre 90 miglia), il suo slider e il suo cambio sono candidati ad insidiare parecchio i battitori IBL, e in casa biancoblu si augurano che possano risultare altresì decisivi a chiudere positivamente le partite tirate de venerdì sera, riservate agli stranieri.

DOPO LA VITTORIA ALL’ESORDIO DELLO SPRING TRAINNING CONTRO IL CASTENASO (14 A 2), LA FORTITUDO PAREGGIA CON IL GODO NELLA DOPPIA SFIDA DI IERI

Il primo giorno di primavera ha portato il sole, ma anche un clima molto rigido, a causa di un vento quasi incessante, con folate davvero gelide, che tuttavia non hanno turbato più di tanto i piani della Fortitudo baseball e della De Angelis Godo, protagoniste di un bel pomeriggio di baseball, disputando in quel di Castenaso, per indisponibilità del Gianni Falchi, due partite amichevoli al meglio delle sette riprese. Gioco a tratti piacevole, a tratti un po’ meno, come di consueto quando la preparazione non è ancora al top.

 

 Prima partita a favore dei biancoblu allenati da Marco Nanni, con il punteggio di 3 a 1, frutto di un terzo inning nel quale sono andati a batter valido cinque giocatori: Infante (doppio), Pantaleoni, Liverziani (triplo), Angrisano e Landuzzi (doppio). Il punto della bandiera dei “goti” battuto dal solito De Franceschi al settimo inning. Per i bolognesi hanno lanciato Fabio Betto (3 riprese), Jesus Matos (2 riprese), Fabio Milano (2 riprese). Per gli avversari, Luciani, Galeotti e Del Bianco. Per il dominicano di San Pedro de Macoris è stato dunque l’esordio della sua sesta stagione (consecutiva) con la casacca biancoblu. Passano gli anni, ma Jesus è sempre un ottimo pitcher da vedere, anche quando la condizione non è ancora al massimo.

 

Nella seconda partita alla fine hanno prevalso gli ospiti per 6 a 5, portatisi in vantaggio per 2 a 0 in apertura (ancora protagonista l’esperto De Franceschi), punteggio successivamente arrotondato l’inning successivo, sfruttando un lancio pazzo di Ularetti. Nella parte bassa della ripresa capitan Frignani otteneva il primo punto biancoblu con una volata di sacrificio. A quel punto il nuovo interbase ravennate Escalona, ex Yankee, si ergeva a protagonista, segnando al 3° su una battuta in diamante di Toniazzi, poi spedendo la pallina oltre la recinzione al quinto inning, dopo che la Fortitudo si era a sua volta portata sul 4 a 2. Sotto di tre lunghezze, i bolognesi pareggiavano nella seconda parte del quinto inning, con una volata di sacrificio di Liverziani e un doppio di Pablo Angrisano. Al settimo inning era Toniazzi a fissare sul 6 a 5 il risultato definitivo. Esordio in biancoblu anche per il ricevitore Matt Stocco, nella prima partita utilizzato come battitore designato, e per Yulman Ribeiro, che ha lanciato le tre riprese centrali, nella gara aperta sul monte di lancio da Ularetti e terminata dall’altro giovane Dall’Olio. Per gli avversari hanno lanciato Camardese, Forte e Savini.

 

Ora i biancoblu cominciano anche a pensare alla Coppa dei Campioni. Nei giorni scorsi la società ha inviato il primo roster di 40 elementi, fra i quali figurano anche il lanciatore del Latina Renè Mazzocchi ed alcuni giocatori in forza al Castenaso, fra i quali Pasquali, Dall’Olio, Fornasari e Monari. Successivamente sarà scelta una rosa più ristretta, formata da 24 elementi, mentre per il 29 marzo è prevista la partenza per Matino (LE), dove si svolgerà, dal 31 marzo al 4 aprile, il torneo di qualificazione alla final four di Barcellona, prevista in giugno. Su otto squadre, due potranno strappare il biglietto per la città catalana.

 

Il programma delle prossime amichevoli: giovedì 26 Marzo h. 19.30 Vs. Rimini al Gianni Falchi, Sabato 28 Marzo h. 14.30 Vs. Rimini a Rimini

A MENO DI UN MESE DALL’EUROPEAN CUP, SI MUOVE QUALCOSA NEL MERCATO FORTITUDO. E DOMANI PRIMA AMICHEVOLE DEL 2009 CONTRO IL CASTENASO

di GIDEON 12

 

Per la serie, meglio tardi che mai. A meno di un mese dall’inizio della European Cup, incomincia a delinearsi quale sarà il Roster 2009 della nostra Fortitudo Baseball.

 

Infatti, dopo gli acquisti di Infante, Ularetti e Ribeiro Perez, è arrivata la notizia dell’ingaggio del ricevitore Matt Stocco, lo scorso anno ai San Antonio Missions (squadra di sviluppo dei San Diego Padres) in AA.

Il giocatore, originario dell’Ontario, vanta una media battuta negli ultimi tre anni di .197, con una buona media slugging di .298. Per lui anche tre basi rubate, contro le tre volte nelle quali è stato colto rubando. Stocco, che farà il back-up di Juan Pablo Angrisano come ricevitore, presenta anche pregevoli numeri difensivi, come l’ottima media di .974 (“693 palle giocate” per un totale di soli 21 errori). Da ricordare che Stocco può essere utilizzato anche come esterno.

Il ricevitore arriverà a Bologna il 17 marzo, insieme al lanciatore Ribeiro Perez.

 

Sono ancora semplici “rumors” le voci di mercato riguardanti l’utility (può giocare come 3B, 2B, SS e da esterno) Eddy Garabito e il lanciatore Eddy Rodriguez.

Il primo ha giocato negli ultimi due anni nelle leghe messicane, mentre in precedenza ha disputato  cinque anni in AAA, giocando in MLB nella stagione 2005 con i Colorado Rockies; mentre il pitcher ha giocato per due anni nella grande lega, con i Baltimora Orioles.

 

 

In attesa di uno sponsor che tarda ancora ad arrivare (e che dovrebbe portare quelle certezze economiche che non vi sono ancora in casa biancoblù), domani gli uomini del manager Marco Nanni svolgeranno la prima amichevole dell’anno contro il Castenaso , alle ore 14.30 allo stadio Teseo Bondi.

 

ENTERTAINMENT: IL FILM DELLA SETTIMANA MR.3000 CON BERNIE MAC

di GIDEON 12

 

Articolo della rubrica dedicata al mondo dell’entertainment sul baseball. Parleremo infatti di musica, film, giochi elettronici e libri sul batti e corri mondiale.

 

 

Volete staccare, rilassarvi per due orette facendovi anche qualche risata? Allora il film che fa per voi è sicuramente Mr.3000, pellicola spassosissima che vede protagonista Bernie Mac nel ruolo di Stan Ross, giocatore di baseball che ritorna sul diamante a 50 anni per raggiungere le tremila valide in carriera.

 

LA TRAMA: Il giorno in cui batte la valida numero 3000 in carriera, Stan Ross pensa di essere entrato finalmente nell’olimpo del baseball, ovvero nella mitica Hall of Fame. Dopo dieci anni, scopre che tre delle sue battute non erano valide e a 50 anni, decide di ritornare a giocare e di riprendersi il titolo di “Mr.3000”.

 

IL CAST: Lo ricorderete forse nel ruolo di Frank Catton in Ocean’s Eleven e sequel, ma Bernie Mac, che nel film interpreta Stan Ross, è stato uno dei più grandi comici di colore dell’ultimo decennio. Celebre negli Usa il suo show “The Bernie Mac Show”, vincitore di molti premi. A causa di una grave polmonite, l’attore è deceduto il 9 Agosto 2008. Del cast fanno parte anche Angela Bassett (nel ruolo di Maureen Simmons), nominata all’Oscar per What’s Love Got to Do with It dove interpretava Tina Turner, e Amaury Nolasco (Minadeo), uno dei protagonisti di Prison Break.

 

LA CURIOSITA’: Bernie Mac, ha avuto la meglio in extremis su Denzel Washington come protagonista del film. Lo stesso Mac, per prepararsi meglio alla parte, si è allenato con i Chicago Cubs, sebbene nel film giochi con i Milwaukee Brewers. Le scene di gioco sono state girate nel 2003 al Miller Park di Milwaukee, stadio dei Brewers, durante le pause tra i vari inning.

 

MR.3000

 

TITOLO ORIGINALE: MR.3000

ANNO: 2004

NAZIONE: USA

DURATA: 104 MINUTI

GENERE: COMMEDIA, SPORTIVO

REGIA: CHARLES STONE III

CAST: BERNIE MAC, ANGELA BASSETT, AMUARY NOLASCO

 

mr_30001

 

Qui di seguito potrete vedere il trailer del film (in lingua inglese):