IL MIGLIOR CLOSER DELL’IBL FABIO MILANO CI SVELA I SUOI GUSTI CINEMATOGRAFICI

di DANIELE MATTIOLI

Dopo il grande successo della rubrica “Playerlist”, dove ogni giocatore della Fortitudo raccontava i propri gusti musicali, parte oggi la nuova rubrica “Movielist”, dove vengono svelati gli interessi cinematografici di ogni giocatore biancoblù, che stila, tra le altre cose, la la personale top-three dei film preferiti.
Il secondo intervistato è Fabio Milano.

DANIELE MATTIOLI: Ciao Fabio.
FABIO MILANO: Ciao a tutti.

DANIELE MATTIOLI: Ecco la prima domanda di questa “Movielist”. Qual’è il tuo rapporto con il cinema?
FABIO MILANO: Splendido. A casa ho tantissimi DVD che guardo spesso e mi diverto, a volte, anche a riguardare.

DANIELE MATTIOLI: Se dovessi dirci il tuo attore preferito? L’attrice?
FABIO MILANO: Ti rispondo con Samuel Lee Jackson, grandissimo attore, ma anche Denzel Washington è sinonimo di grande qualità, mentre per quanto riguarda l’attrice, sicuramente Sandra Bullock, splendda soprattutto nell’ultimo film dove recita, “The Blind Side”, (grazie al quale ha vinto il Premio Oscar come miglior attrice quest’anno NDI).

DANIELE MATTIOLI: E proprio The Blind Side, è una delle tue scelte della tua top three.
FABIO MILANO: Proprio così.

ECCO LA TOP THREE MOVIES DI FABIO MILANO:

“MAJOR LEAGUE I” di David S. Ward, (1989)

FABIO MILANO: E’ il capostipite del genere comico-sportivo, si ride di gusto dalla prima all’ultima scena.

“THE BLIND SIDE” di John Lee Hancock (2009)

FABIO MILANO: E’ la storia vera di questo ragazzo che pur avendo avuto una difficile infanzia è diventato un giocatore della NFL, ovvero di Football Americano, ottenendo grandi successi grazie anche l’aiuto di una donna, Sandra Bullock, che se ne presa cura. Mi piace molto perchè è tratto da una storia vera che adoro, e inoltre l’interpretazione della Bullock è veramente splendida.

“UNA NOTTE DA LEONI – THE HANGOVER” di Todd Philips (2009)

FABIO MILANO: E’ una commedia divertentissima, ambientata a Las Vegas, piena di situazioni buffe e quasi mai volgare. Anche qui si ride tantissimo.

DANIELE MATTIOLI: Qual’è, secondo te, il cult movie, che ha fatto la differenza nel mondo del cinema?
FABIO MILANO: Credo possa risponderti con “Major League I” perchè è stato il primo film ad unire il genere sportivo e quello comico, e a riscuotere successo. Da questa pellicola, sono stati girati tantissimi altri film simili, anche se la qualità raggiunta non è più stata come “Major League”.

DANIELE MATTIOLI: Siamo arrivati all’ultima domanda di questa “Movielist”. Se tu dovessi interpretare una parte in un film, quale ruolo sceglieresti?
FABIO MILANO: Sicuramente un ruolo comico, molto simile a quello di “Una Notte da Leoni”. Un attore molto bravo in questo genere di film è Vince Vaughn, che è spettacolare quando recita nelle commedie.

DANIELE MATTIOLI: Grazie mille per la disponibilità.
FABIO MILANO: Grazie a te.

Annunci

FRANCESCO ALAIMO INAUGURA LA NUOVA RUBRICA “MOVIELIST” CHE CI TERRA’ COMPAGNIA PER TUTTA LA STAGIONE

di DANIELE MATTIOLI

Dopo il grande successo della rubrica “Playerlist”, dove ogni giocatore della Fortitudo raccontava i propri gusti musicali, parte oggi la nuova rubrica “Movielist”, dove vengono svelati gli interessi cinematografici di ogni giocatore biancoblù, che stila, tra le altre cose, la la personale top-three dei film preferiti.
Apre questa nuova rubrica Francesco Alaimo.

DANIELE MATTIOLI: Ciao Francesco.
FRANCESCO ALAIMO: Ciao a tutti.

DANIELE MATTIOLI: Ecco la prima domanda di questa “Movielist”. Qual’è il tuo rapporto con il cinema?
FRANCESCO ALAIMO: Mi piace molto e guardo praticamente tutti i generi. Possiedo tantissimi DVD e se un film mi è piaciuto tanto, sono capace di riguardarlo più e più volte.

DANIELE MATTIOLI: Se dovessi dirci il tuo regista preferito? L’attore? E l’attrice?
FRANCESCO ALAIMO: Scelta difficile (pensa un attimo NDI). Allora, come registi ti rispondo con David Cronenberg e Sam Raimi, mentre come attori mi piacciono Dwayne Johnson, Jeff Goldblum e Brad Pitt. La mia attrice preferita è Winona Rider.

DANIELE MATTIOLI: Siamo arrivati alla scelta dei tuoi tre film preferiti.

ECCO LA TOP THREE MOVIES DI FRANCESCO ALAIMO:

“LA MOSCA” di David Cronemberg, (1986)


FRANCESCO ALAIMO: E’ un film che mi affascinava molto da bambino, soprattutto per l’idea del teletrasporto.

“NON APRITE QUELLA PORTA” di Tobe Hooper (1974)


FRANCESCO ALAIMO: E’ un film che mi è piaciuto molto, sia per come è stato girato, sia perchè racconta una storia vera, e lo fa molto bene.

“RITORNO AL FUTURO I” di Robert Zemeckis (1985)


FRANCESCO ALAIMO: E’ uno dei miei film preferiti che compone una grande trilogia. Dei tre, il migliore è sicuramente questo.

DANIELE MATTIOLI: Qual’è, secondo te, il cult movie, che ha fatto la differenza nel mondo del cinema?
FRANCESCO ALAIMO: Proprio “Non Aprite quella porta”, l’originale del 1974. E’ stato rivoluzionario perchè girato a basso budget, per come è stato girato, per la recitazione dei personaggi e soprattutto per la partecipazione emotiva che fa avere agli spettatori. E infatti da quel film, ne sono stati fatti molti altri simili.

DANIELE MATTIOLI: Siamo arrivati all’ultima domanda di questa “Movielist”. Se tu dovessi interpretare una parte in un film, quale ruolo sceglieresti?
FRANCESCO ALAIMO: Sicuramente quello del cattivo mascherato, tipo quello di “Non aprite quella Porta”. E ti dico anche che ho un amico, che gira dei cortometraggi, a cui ho chiesto se scrive una sceneggiatura con un protagonista del genere, anche se per il momento non è stato fatto ancora nulla (sorride).

DANIELE MATTIOLI: Grazie mille per la disponibilità.
FRANCESCO ALAIMO: Grazie a te.