I DE ANGELIS KNIGHTS CHIUDONO LA STAGIONE IN TRANQUILLITA’

da Godo (RA), MARA MENNELLA

Terminata la stagione regolare con due successi sul San Marino, i Godo Knights inizieranno nel fine settimana la loro avventura in Coppa Italia. Parliamo di questo e del campionato appena concluso con il Manager Daniele Fuzzi.

Una stagione di alti e bassi per i De Angelis North East Knights chiusa con il botto: ben due vittorie contro il San Marino, assolutamente meritate e conquistate, portano a quota 10 le partite vinte. Tre in più della scorsa stagione. Pur avendo un budget imitato, la società ha puntato sui molti giocatori italiani del vivaio di Godo e Verona e su pochi e ben scelti stranieri e oriundi. Per esempio, il lanciatore partente di Gara1 Rodney Rodriguez guida la classifica del maggior numero di strike out messi a segno, ben 95 in 81.1 inning.

Sempre dal comparto lanciatori arriva un’altra grande soddisfazione: Roberto Cabalisti, 50 anni compiuti a febbraio, sta per agguantare il record di vittorie: aggiudicandosi la partita contro San Marino, ha superato il le 166 vittorie in campionato di Giulio Glorioso e viaggia caparbiamente verso il record di Paolo Ceccaroli di 170.

A proposito di San Marino, il Manager Fuzzi dichiara: La doppietta su San Marino sicuramente ci ha dato una grande determinazione per la Coppa Italia, ma soprattutto ci ha permesso di chiudere alla grande una stagione che era partita con molti dubbi e perplessità. La Coppa Italia, in cui quest’anno è presente anche il Rimini, comincerà per la De Angelis il prossimo sabato contro il Montepaschi Grosseto: L’obiettivo per il nostro post season è quello che abbiamo avuto per tutta la stagione e cioè quello di esprimere un buon baseball. A volte ci siamo riusciti, altre volte siamo stati un po’ troppo fallosi in difesa e questo non ci ha permesso di vincere qualche partita in più. La squadra che scenderà in campo sarà sempre la migliore possibile: ci saranno molti titolari in campo durante la stagione e vedremo di inserire anche qualche buon prospetto dall’ IBL2.

Contemporaneamente alla Coppa Italia, si sa, andrà in scena la poule scudetto. I Knights sono fuori dalla lotta per il massimo titolo italiano, ma non per questo non lo seguiranno con attenzione. Il Coach Fuzzi ci esprime la sua opinione sulle squadre in lizza per lo scudetto: Credo che il round robin sarà molto equilibrato. S.Marino e Parma dovranno fare a meno del lanciatore straniero, Nettuno e Bologna invece hanno due lanciatori molto solidi sul monte. Per l’attacco, S.Marino può essere devastante, mentre Nettuno ha un gruppo molto giovane che può fare la differenza soprattutto sulle basi, visto che corrono molto e forte. Parma ha un ottimo gruppo che non è cambiato molto dall’anno scorso anche se ha perso un po’ di potenza nel box. Bologna sembrerebbe la squadra più equilibrata, ma nei play off tutto può succedere e soprattutto in un round robin. Non mi meraviglierei se si ripetesse la finale dello scorso anno.

Con la fine del campionato si fanno i bilanci e si cerca di ricordare i momenti più belli, ma anche quelli più difficili. Quali sono per Daniele Fuzzi? Della stagione ricordo con piacere la prima vittoria contro Parma: è stata una partita molto bella e ben giocata da entrambe le squadre e per fortuna siamo riusciti a portarla a casa noi. Il momento più importante penso sia stata la tripletta con Novara che ci ha dato un po’ di tranquillità per la lotta all’ultimo posto e fiducia per il proseguimento della stagione. Il momento più brutto è stato dalla sosta per l’All star game fino alla vittoria in gara2 con Novara: 17 sconfitte di fila, molte sul finale di gara e ogni volta che accarezzavamo il sogno di una vittoria ci veniva portato via all’ultimo out. In quei momenti il morale era veramente a terra ma per fortuna siamo riusciti a venirne fuori e a vincere la serie con Novara, allontanandoci dall’ultimo posto e continuando il nostro campionato con più serenità.

Ma com’è stato vivere per la prima volta un intero campionato da manager? Ho vissuto questo campionato in maniera molto serena, sapendo di avere sempre l’appoggio della società e di avere moltissimo da imparare da tutti. Ho cercato di apprendere il più possibile soprattutto dai miei colleghi delle altre squadre e di rubare ogni piccola informazione che poteva servirmi per migliorare. Mi ha aiutato molto anche la squadra perchè hanno sempre accettato ogni mia scelta senza nessuna discussione. Io ho piena fiducia in loro e loro l’hanno avuta in me: questa credo sia stata la giusta chimica.

Annunci

LE PAROLE DI JULIO RAMIREZ E MARCO NANNI AL TERMINE DI GARA UNO DI PLAYOFF

dallo stadio “Nino Cavalli” di Parma, DANIELE MATTIOLI

Bologna espugna Parma in gara uno di Round Robin per 7 a 4 grazie ad un fuoricampo da tre punti di Julio Ramirez. Ecco l’intervista al MVP della sfida e al Manager Marco Nanni.

E’ una Fortitudo Bologna con il sorriso sulle labbra quella che si appresta a lasciare il “Nino Cavalli” di Parma. La squadra Campione d’Europa in carica ha infatti vinto in rimonta la prima gara dei playoff per 7 a 4 al termine di un match al cardiopalma. Decisivo ai fini dell’incontro il fuoricampo da tre punti di Julio Ramirez al nono inning che ha dato a Bologna il vantaggio decisivo. Proprio l’ex Los Angeles Angels ha parlato ai nostri microfoni nel post partita, assieme al Manager dell’Unipol Marco Nanni.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo): Un commento sulla nostra vittoria al fotofinish? Buona la prima. E’ una vittoria che da morale anche perché è arrivata dopo essere andati sotto nel punteggio ad inizio gara. Siamo stati bravi a saper sfruttare l’occasione giusta quando ci si è presentata davanti, non mollando mai la presa sulla partita.
C’era il presentimento del fuoricampo di Ramirez dal dugout? Si, si sentiva che avrebbe avuto un turno importante dopo una grande serata che aveva avuto nel box di battuta anche quando è andato out. Un ottimo comportamento che l’ha visto giustamente premiato con l’homer della vittoria.
Cosa mi aspetto dalle prossime due sfide? Sicuramente delle gare equilibrate considerando anche il grande valore di Parma che anche stasera ha dimostrato doti importanti in attacco. Siamo arrivati praticamente terzi a pari merito in stagione. Saranno partite di grande equilibrio.

JULIO RAMIREZ (Esterno Fortitudo): Cosa ho pensato quando ho visto la palla che avevo colpito andare oltre le recinzioni? Sono stato molto contento e ho pensato a tutte le persone che non credevano in me in questa stagione, dimostrando loro che si sbagliavano. Cosa mi aspetto dalle prossime sfide di Round Robin? Ti posso dire una cosa. La gente non deve avere paura di quello che accade in campo. Non siamo perfetti, si vince e si perde. Ma scendiamo in campo sempre con un solo obiettivo: quello di vincere.
Per fare un esempio, la gente quando si trova davanti un gatto nero è solita “toccarsi” consapevole di essere diventata sfortunata. Noi invece cerchiamo di affrontare ogni gara sempre nel modo migliore senza avere paura di nessuno.

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DI FORTITUDO BOLOGNA – BBC GROSSETO (RITORNO)

dallo stadio “Gianni Falchi” di Bologna, DANIELE MATTIOLI

La Fortitudo Baseball batte tre volte il BBC Grosseto e tiene saldo il secondo posto. Le interviste del dopo trittico al Manager Marco Nanni, a Riccardo Fornasari, Joe Mazzuca e a Daniele Malengo.

Dopo le due brutte sconfitte subite a Nettuno, la Fortitudo Bologna si riprende alla grande e ottiene una nuova tripletta stagionale ai danni del BBC Grosseto. Dopo la vittoria rocambolesca in gara uno all’ultimo respiro, nella giornata di sabato sono arrivati due agevoli successi in casa bolognese e la sconfitta di Parma in gara tre contro San Marino ha permesso un nuovo allungo in classifica e reso più saldo il secondo posto in classifica. Intorno alle 0.45, quando già l’articolo era in fase di composizione, ecco arrivare la notizia da Rimini: la Telemarket ha perso gara tre contro Nettuno al 10° inning e trovandosi a sette gare dalla Fortitudo con sei partite da giocare garantisce a Bologna il matematico accesso – per l’undicesimo anno consecutivo – alla Post Season.

Abbiamo parlato della tripletta realizzata contro il BBC Montepaschi Grosseto con alcuni dei protagonisti del trittico in casa Fortitudo Bologna.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Bologna): “Quanto è stato importante vincere tutte e tre le partite? Vincere toglie pressione e di conseguenza la vittoria in gara uno ha dato una tranquillità e la carica per trionfare oggi nelle gare del sabato. Stiamo cercando di uscire da un calo che è evidente agli occhi di tutti esserci stato e piano piano ci stiamo riuscendo. Meglio fuori o dentro al campo per allenare in partita? (sorride) Fuori si vive la partita in maniera differente, sia con elementi positivi sia con elementi negativi“.

RICCARDO FORNASARI (Esterno Fortitudo Bologna): “Un commento sulla mia prestazione in gara uno? Beh, mi sono fatto trovare pronto in una situazione importante per la squadra e di questo sono contento. Non è facile trovare subito il ritmo partita in IBL1 giocando non spesso, ma allenandomi duro e dando il massimo anche quando gioco con il Castenaso cerco di avere l’atteggiamento giusto quando vado a battere. E’ anche una questione di mentalità ed è importante pensare sempre positivo.
Cosa mi aspetto dalle altre gare future? Dobbiamo vincerne il più possibile, partendo dal trittico contro Godo del prossimo fine settimana. Anche se è una partita che può sembrare facile sulla carta, dobbiamo affrontarla con la testa giusta sin dall’inizio“.

JOE MAZZUCA (Terza base Fortitudo Bologna): “Cosa ho pensato quando sono partito verso casa base dalla seconda in gara uno segnando il punto decisivo? Ho visto la situazione con il ricevitore che non trovava la pallina e la difesa non attenta e ho provato a segnare. Sono stato fortunato ed è andata bene. Cosa è successo a Nettuno? Qualcosa non è andato bene ma in una stagione può succedere e dopo sabato sera abbiamo deciso di dimenticarci tutto. Contro Grosseto abbiamo giocato meglio e si è visto in campo“.

DANIELE MALENGO (Prima base Fortitudo Bologna): “Quanta adrenalina c’era dentro di me al momento del mio arrivo in terza sul triplo a basi piene? Tanta, tantissima. E’ un periodo dove in attacco sono parecchio alterno come rendimento e una serata così ci voleva proprio (sorride). Ora devo cercare di mantenermi su questi livelli anche perché all’andata era successo lo stesso prima di uno nuovo calo nel box. Devo stare sempre in guardia“.

DANIELE FUZZI, MANAGER DEI GODO KNIGHTS, CI PRESENTA IL TRITTICO TRA DE ANGELIS ED ELETTRA NOVARA

da GODO (RA), l’inviata MARA MENNELLA

Dopo la tripletta subita contro il BBC Grosseto, la De Angleis Godo affronta l’Elettra Novara con l’obiettivo di mantenere il settimo posto in classifica, insidiato dai piemontesi. Ne parliamo con il Manager dei North East Knights Daniele Fuzzi.

Non si può dire ancora del tutto archiviata la quarta giornata di ritorno dell’Italian Baseball League. Contro il Montepaschi Grosseto hanno pesato moltissimo le decisioni arbitrali e il trittico si è chiuso con ben tre provvedimenti: una giornata di squalifica a Maza del Grosseto per proteste contro l’arbitro di casa base, due giornate a Manuel Gasparri per proteste contro un giudizio arbitrale e insulti all’arbitro di prima base e ben 300 euro di ammenda al Baseball Godo “per il comportamento dei propri sostenitori presenti sugli spalti che rivolgevano gravi insulti e minacce all’indirizzo degli Ufficiali di gara”, come si può leggere tra le note sul sito della FIBS.

Il manager Fuzzi preferisce non commentare questo punto amaro della scorsa giornata e pensare piuttosto a quello che si prospetta stasera. Nella quinta giornata di ritorno i De Angelis North East Knights affronteranno il Novara Baseball United in trasferta. “A questo punto della stagione – commenta il Manager Daniele Fuzzila serie contro il Novara è fondamentale per mantenere la 7a posizione che in questo momento ci appartiene”. Continua: “L’ obiettivo minimo è quello di vincere la serie. Purtroppo abbiamo perso molte partite ultimamente: in questa serie non ci dovrà essere alcun calo di concentrazione per riuscire a portare a casa il risultato.” Infatti, se il Novara si aggiudicasse la tripletta, raggiungerebbe il Godo a quota cinque partite vinte e fino all’ultimo si lotterebbe per non ottenere l’ultimo posto in classifica.

Sulla carta la De Angelis sembra superare i numeri del Novara sia in attacco sia in difesa: .206 di media battuta per la squadra romagnola e .196 per la squadra piemontese, mentre la media pgl è di 5.55 per i Knights e di 7.85 per il Novara. Ci sarà comunque bisogno della massima concentrazione per non permettere nessuna occasione alla squadra avversaria.

Buone notizie arrivano dai settori giovanili: numerosi sono stati i convocati in nazionale per le diverse categorie, soprattutto allievi e juniores. “Da sempre il settore giovanile a Godo ha portato diversi atleti alla nazionale, ma pochi negli ultimi anni sono arrivati a giocare nella IBL”, commenta il Manager Fuzzi. “Credo che in questo momento si debba puntare molto sui ragazzi delle giovanili per permettere un futuro più sereno alla società. Abbiamo ottimi tecnici e non credo abbiano bisogno della mia guida, anzi a volte sono io che chiedo loro consigli. Lo scambio di opinioni e di idee sull’aspetto tecnico aiutano sempre a crescere”.

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DEL TRITTICO FORTITUDO BOLOGNA – PARMA

dallo stadio “Nino Cavalli” di Parma, DANIELE MATTIOLI

La Fortitudo Bologna vince il trittico contro il Cariparma e si mantiene in testa alla classifica. Parliamo di questo con Joe Mazzuca, Juan Pablo Angrisano e con il Manager Marco Nanni che ci dice le ultime anche riguardo gli infortuni accorsi in gara tre.

Mantiene il primato in classifica la Fortitudo Bologna che vince due partite su tre contro il Cariparma al termine di una serie molto equilibrata e ben giocata da ambedue le compagini. Sfide sempre strette nel punteggio con i Campioni d’Europa in carica capaci di essere più lucidi nella terza sfida dove una valida al decimo inning di Julio Ramirez ha permesso ai felsinei di vincere l’incontro. Per l’Unipol è stata una grande vittoria, ma in ogni caso una serataccia per l’infortunio occorso a Fabio Milano uscito dolorante al gomito che in tutta la stagione 2011 mai gli ha dato tregua. Parliamo di questo e dell’ottimo periodo in casa Fortitudo con Joe Mazzuca, con Juan Pablo Angrisano e con il Manager Marco Nanni.

JOE MAZZUCA (Terza base Fortitudo Bologna): “La mia nuova posizione nel lineup? E’ bello ma il mio obiettivo è sempre quello di battere valido e fare bene per la squadra a prescindere dallo spot che occupo. Così è stato ad Amsterdam in Coppa Campioni (dove ha chiuso con .417 di media battuta e otto punti battuti a casa NDI) e spero di proseguire così. Un commento proprio sulla Coppa Campioni? Abbiamo giocato bene con il monte di lancio che ha ben figurato e anche nel box di battuta siamo stati presenti. Ora ci aspetta il campionato dove stiamo facendo bene“.

JUAN PABLO ANGRISANO (Ricevitore Fortitudo Bologna): Veniamo da un buon periodo anche se incappiamo in serate difficili come quella di venerdì dove abbiamo avuto un approccio troppo leggero nel box di battuta. La mia opinione in generale sulla Coppa Campioni? E’ stata una settimana importante dove le ultime partite sono state giocate punto a punto. Ora ci aspetta la semifinale contro Parma in un match dove ambedue le squadre faranno lanciare i loro migliori lanciatore per accedere alla Finalissima. Staremo a vedere, ma prima abbiamo tutta la stagione di campionato da affrontare. Cosa penso dell’All Star Game che ci sarà tra due settimane a Nettuno (e che vedrà impegnata la nazionale italiana in un match contro una selezione di giocatori scelta dai tifosi, oltre all’Home Run Derby NDI)? E’ una bella idea sicuramente piacevole soprattutto per quanto riguarda l’Home Run Derby che si preannuncia spettacolare“.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Bologna): “Quella di questa sera è stata una vittoria voluta perchè ottenuta al primo extrainning, anche se non abbiamo sfruttato del tutto le occasione avute nelle prime riprese. Ottime le prestazioni sul monte di lancio per Fabio Betto e Mark Langone.
La situazione riguardo ai due infortunati di questa sera: Livinston Santaniello e Fabio Milano? Livinston ha avuto un problema alla schiena ma non dovrebbe essere niente di grave, mentre più preoccupanti sono le condizioni di Fabio che ha sentito molto male al gomito, proprio nel punto che in tutta questa stagione gli ha dato problemi. Ho forti timori per il suo infortunio, stava bene prima della partita e poi però è dovuto uscire dolorante. Verranno fatti accertamenti in settimana ma ho forti timori a riguardo.
Cosa mi aspetto nel prossimo trittico contro l’Elettra Novara? Oggi abbiamo completato l’obiettivo che ci eravamo preposti ovvero quello di vincere il trittico. Nel prossimo fine settimana non dobbiamo prendere sotto gamba la squadra piemontese che seppure è ultima in classifica sta mettendo in difficoltà tutte le squadre contro cui sta giocando. Attenzione sopratuttto ai lanci di Noguera che si sta ben comportando sul monte di lancio di Novara
“.

Per chi volesse risentirsi la terza sfida del trittico tra Parma e Bologna finita 1 a 0 per la squadra felsinea al decimo inning, questo è il link: GARA TRE: PARMA – BOLOGNA

LIVE FROM AMSTERDAM (7): LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DI FORTITUDO BOLOGNA – HOBOKEN

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Il primo vero esame della Fortitudo Bologna in questa Coppa Campioni 2011 è stato passato. I belgi dell’Hoboken sono stati infatti sconfitti 8 a 4. Parliamo di questo con il Capitano Fabio Betto e con il Manager Marco Nanni.

La Fortitudo continua imbattuta il suo viaggio verso le terze Final Four consecutive di Coppa Campioni dopo il nuovo successo, numero tre su tre gare, contro i belgi dell’Hoboken Pioneers ottenuto per 8 a 4 dopo una partita piacevole ed equilibrata. Attacco sempre presente soprattutto con il duo Infante e Mazzuca sempre sugli scudi, mentre sul monte di lancio ottima la prova di Fabio Betto e della coppia di rilievi Nick Pugliese e Vic Moreno. Domani, alle ore 11.00 (diretta su Radio Arena Sportiva), la sfida contro i tedeschi dell’Heidenheim finalisti lo scorso anno e ora con un piede e mezzo fuori dalla competizione. Abbbiamo parlato di questa prossima sfida e della gara appena giocata con il Capitano Fabio Betto e con il Manager Marco Nanni.

FABIO BETTO (Lanciatore Fortitudo Bologna): “Era una sfida difficile e delicata contro una squadra che presentava il nostro stesso record di vittorie ed era importante fare bene. Ci siamo riusciti e sono contento di aver contribuito con la mia prestazione. Resta il rammarico, commentando la mia gara, di quel sesto inning dove la fortuna non ci ha assistito. Peccato, ma come dico che sono stato fortunato, oggi lo sono stato meno (sorride NDI). La gara di domani contro i tedeschi dell’Heidenheim? Sarà una partita difficile ma che dobbiamo cercare di vincere per portarci ad un passo dalla qualificazione.”

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Bologna): “Questa contro i belgi dell’Hoboken è stata una gara difficile che ha mostrato le qualità degli avversari e devo dire anche un pò nervosa forse dipendente dal forte vento di oggi (sorride NDI). Scherzi a parte, c’è stata una grande prova di Fabio Betto sul monte di lancio ben coaudivato dai rilievi di Nick Pugliese e di Vic Moreno che hanno messo il bastone tra le ruote al lineup avversario dopo che questo aveva segnato i quattro punti, due dei quali con un aiuto del vento importante. Va bene in ogni caso così, perchè la sfortuna fa parte del gioco.
L’infortunio di Clemente? Edgar è uscito a scopo precauzionale dopo che ha sentito un dolore al polpaccio. Domani
(cioè oggi NDI) sapremo meglio come starà.
Che gara mi aspetto domani contro l’Heidenheim? Una partita dura contro una squadra che vuole batterci dopo le tre sconfitte di fila che ha subito contro di noi. Anche se sono quasi eliminati, lotteranno duramente fino alla fine“.

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DEL TRITTICO GODO – BOLOGNA (ANDATA)

dallo stadio “Casadio” di Godo, DANIELE MATTIOLI

La Fortitudo esce con due vittorie nel trittico contro la De Angelis Godo e mantiene il primato in classifica. E’ stato un weekend caratterizzato anche dagli infortuni occorsi a Clemente e a Sartori. Parliamo di tutto questo con il Manager Marco Nanni e con Juan Carlos Infante.

In attesa del prossimo trittico contro la Telemarket Rimini e dell’avventura europea di Amsterdam per la Coppa Campioni, la Fortitudo Bologna continua la sua marcia solitaria in vetta alla classifica grazie anche alle due vittorie ottenute contro la De Angelis Godo, che a sua volta ha ben figurato in gara due e ha meritato l’unico successo del fine settimana.
E’ stato un fine settimana caratterizzato anche dagli infortuni per la squadra Campione d’Europa in carica, con Sartori e Clemente che sono stati costretti ad uscire dalle rispettive partite (il primo in gara uno, il secondo in gara due). Abbiamo parlato del trittico vittorioso e del capitolo infortunati con il Manager Marco Nanni e con Juan Carlos Infante.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Bologna): “Un commento complessivo su questo fine settimana? Poteva andare certamente meglio e c’è rammarico per la sconfitta di ieri sera (venerdì NDI), dove tutto è girato storto e Godo ha ben giocato e meritato la vittoria. La partita di stasera? Per i primi quattro – cinque inning siamo stati un pò contratti e abbiamo forse avuto paura di fare come in gara due, ma una volta che abbiamo preso confidenza nel box di battuta ci siamo scatenati.
Capitolo infortuni? Ermini è praticamente recuperato per il prossimo trittco. Per quanto riguarda Sartori e Clemente al momento è difficile fare previsioni e se ne saprà qualcosa solo dopo le visite mediche in settimana. Nel caso di Milano vediamo come si sente già da domani, perchè il suo problema al gomito è da valutare il giorno seguente in base al dolore che gli procura.
Cosa mi aspetto dal prossimo turno contro il Rimini? Sono tre gare che si preannunciano di grande equilibrio e prestigio. La Telemarket ha un buon monte di lancio e un buon lineup, soprattutto nei primi cinque capaci di battere molto di potenza. Bisogna fare sicuramente risultato positivo
“.

JUAN CARLOS INFANTE (Interbase Fortitudo Bologna): “Sono molto contento del successo di questa sera perchè abbiamo riscattato l’opaca e brutta prestazione di gara due dove abbiamo avuto difficoltà contro il Godo che ha ben giocato la partita. Speriamo di continuare così perchè affronteremo la Telemarket Rimini e poi andremo ad Amsterdam a giocare la Coppa Campioni“.