ROAD TO AMSTERDAM 2011 (9): LA FORTITUDO BATTE L&D AMSTERDAM E VOLA ALLE FINAL FOUR! VOLA A DIFENDERE LA COPPA!

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Dopo nove inning di grande spettacolo, la Fortitudo batte l’L&D Amsterdam per 6 a 5 e vola alle Final Four di Brno per il terzo anno conscutivo. Spettacolare Matos sul monte (MVP del torneo), salvezza di Pugliese, grande prova dell’attacco.

Doveva vincere è così è stato. L’ha fatto contro di padroni di casa dell’L&D Amsterdam in una gara al cardiopalma. E la qualificazione alla Final Four di Brno è arrivata. La Fortitudo Bologna non sbaglia nella gara più importante dell’anno e trascinata dai lanci di un monumentale Jesus Matos e da un attacco presente nei momenti che contano guadagna la terza qualificazione consecutiva alle Final Four battendo l’L&D Amsterdam per 6 a 5.

Gli uomini allenati dal Manager Marco Nanni sanno benissimo che per guadagnare il pass devono vincere a ogni costo per evitare l’arrivo a pari vinte, tre, con i tedeschi dell’Heidenheim che si qualificherebbero per Brno. E infatti l’inizio è ottimo: tre singoli di Infante, Mazzuca e Clemente propiziano l’1 a 0. La squadra di casa cerca di fare bella figura davanti al proprio pubblico presente numeroso ma si trova davanti Sua Maestà Jesus Matos che lancia una gara da urlo: 7.2 inning lanciati per zero punti subiti di PGL (3 segnature sono entrati ma per errori difensivi) e nove eliminazioni al piatto. In questo modo la Fortitudo può continuare a creare e infatti al quarto inning sale a quota quattro punti. Clemente guadagna la base ball, poi singoli di Angrisano, Castellitto (RBI) con il bunt di sacrifico di Sartori. E la nuova valida interna di Santaniello a fruttare il punto del momentaneo 3 a 1 prima del nuovo punto battuto a casa di Infante per il 4 a 0 che chiude l’inning.

Jesus Matos realizza strike out su strike out ma subisce il primo punto al settimo inning quando il doppio di Berckenbosch e il singolo di Gerrard permettono all’Amsterdam di accorciare le distanze.
La Fortitudo però non ci sta e aumenta nuovamente il divario segnando due punti al cambio di campo: Mazzuca è colpito e un doppio di Clemente lo porta a casa. Arrivano i singoli in successione per Angrisano e Castellitto con il secondo punto battuto a casa da parte del prodotto dell’Università di Gonzaga.
Si pensa solo a difendere gli attacchi olandesi ora, quando mancano sei eliminati al termine della gara.
Matos non aiutato dalla difesa che commette un errore e poi subisce il singolo di Percy Isenia e il doppio di Bas De Jong per il punto numero due e tre dell’Amsterdam. A questo punto entra Mark Langone che chiude la ripresa senza ulteriori patemi.

L’ultimo attacco è drammatico con la squadra olandese che parte bene con una base ball guadagna da Gerrard. Langone mette al piatto Nooij ma subisce il doppio con RBI da parte di Vermij che porta a meno uno l’L&D. Il singolo di Connor mette fine alla gara di Langone che viene rilevato da Nick Pugliese che prima fa battere in diamante Henrique per il punto del 6 a 5 e poi elimina al piatto Bas Nooij per l’out che chiude la gara.
La Fortitudo vince la partita e il girone qui ad Amsterdam. Jesus Matos viene nominato Miglior Lanciatore del torneo nonchè MVP, mentre Fabio Betto alza in cielo la Coppa. Si va a Brno, si va a difendere la Coppa.

Per risentire la vittoria della Fortitudo con l’audio dell’ultimo out decisivo out: l’Ultimo out di Bologna – Amsterdam (problema tecnico sistemato).

FORTITUDO BOLOGNA – L&D AMSTERDAM IN DIRETTA SU RADIO ARENA SPORTIVA DALLE ORE 14.30

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Serve una vittoria alla Fortitudo per non avere problemi di nessun tipo nella qualificazione alla Final Four di Coppa Campioni. Si decide tutto contro gli olandesi del L&D Amsterdam, in diretta alle 14.30 su Radio Arena Sportiva.

La Fortitudo Bologna si affida al suo migliore lanciatore degli ultimi venti anni e forse qualcosa di più per ottenere il terzo pass consecutivo alle Final Four di Coppa Campioni che, dopo la sconfitta contro i tedeschi dell’Heidenheim, non è più una formalita. Si affida quindi a Jesus Matos la formazione emiliana in una sfida di grande spettacolo contro gli olanedesi padroni di casa e già qualificati dell’L&D Amsterdam. Non per questo sarà una passeggiata anche perchè De Jong e soci giocheranno di fronte al pubblico amico e vorranno chiudere imbattuti il loro girone e quindi terminarlo al primo posto.

La Fortitudo ha l’obbligo di vincere per essere artefice del proprio destino e in caso contrario rischia l’eliminazione in caso di arrivo a due squadre (lei e i tedeschi dell’Heidenheim) a quaota tre vittorie in virtù degli scontri diretti favorevoli ai teutonici. Questo potrebbe accadere qualora i belgi dell’Hoboken vengano sconfitti dagli spagnoli del Sant Boi nella loro ultima gara del girone. In caso di arrivo a tre squadre a quota tre vittorie (Bologna, Hoboken e Heidenheim) si guarderebbero le segnature negli scontri diretti che premierebbero la Fortitudo.

In ogni caso è una partita che vale molto, moltissimo e la Fortitudo ha solo il dubbio di Edgard Clemente, che ha problemi al polpaccio, dopo che ha saputo che l’espulsione di Juan Pablo Angrisano nella gara contro l’Heidenheim è stata sanzionata con una diffida. Il ricevitore quindi sarà della partita e come detto sarà dietro al piatto nella batteria insieme a Jesus Matos.

La diretta tra Fortitudo e L&D Amsterdam sarà trasmessa in diretta da Radio Arena Sportiva a partire dalle ore 14.30. Per seguire la sfida finale basta cliccare qui: LA DIRETTA DI FORTITUDO BOLOGNA – L&D AMSTERDAM

LIVE FROM AMSTERDAM (7): LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DI FORTITUDO BOLOGNA – HOBOKEN

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Il primo vero esame della Fortitudo Bologna in questa Coppa Campioni 2011 è stato passato. I belgi dell’Hoboken sono stati infatti sconfitti 8 a 4. Parliamo di questo con il Capitano Fabio Betto e con il Manager Marco Nanni.

La Fortitudo continua imbattuta il suo viaggio verso le terze Final Four consecutive di Coppa Campioni dopo il nuovo successo, numero tre su tre gare, contro i belgi dell’Hoboken Pioneers ottenuto per 8 a 4 dopo una partita piacevole ed equilibrata. Attacco sempre presente soprattutto con il duo Infante e Mazzuca sempre sugli scudi, mentre sul monte di lancio ottima la prova di Fabio Betto e della coppia di rilievi Nick Pugliese e Vic Moreno. Domani, alle ore 11.00 (diretta su Radio Arena Sportiva), la sfida contro i tedeschi dell’Heidenheim finalisti lo scorso anno e ora con un piede e mezzo fuori dalla competizione. Abbbiamo parlato di questa prossima sfida e della gara appena giocata con il Capitano Fabio Betto e con il Manager Marco Nanni.

FABIO BETTO (Lanciatore Fortitudo Bologna): “Era una sfida difficile e delicata contro una squadra che presentava il nostro stesso record di vittorie ed era importante fare bene. Ci siamo riusciti e sono contento di aver contribuito con la mia prestazione. Resta il rammarico, commentando la mia gara, di quel sesto inning dove la fortuna non ci ha assistito. Peccato, ma come dico che sono stato fortunato, oggi lo sono stato meno (sorride NDI). La gara di domani contro i tedeschi dell’Heidenheim? Sarà una partita difficile ma che dobbiamo cercare di vincere per portarci ad un passo dalla qualificazione.”

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Bologna): “Questa contro i belgi dell’Hoboken è stata una gara difficile che ha mostrato le qualità degli avversari e devo dire anche un pò nervosa forse dipendente dal forte vento di oggi (sorride NDI). Scherzi a parte, c’è stata una grande prova di Fabio Betto sul monte di lancio ben coaudivato dai rilievi di Nick Pugliese e di Vic Moreno che hanno messo il bastone tra le ruote al lineup avversario dopo che questo aveva segnato i quattro punti, due dei quali con un aiuto del vento importante. Va bene in ogni caso così, perchè la sfortuna fa parte del gioco.
L’infortunio di Clemente? Edgar è uscito a scopo precauzionale dopo che ha sentito un dolore al polpaccio. Domani
(cioè oggi NDI) sapremo meglio come starà.
Che gara mi aspetto domani contro l’Heidenheim? Una partita dura contro una squadra che vuole batterci dopo le tre sconfitte di fila che ha subito contro di noi. Anche se sono quasi eliminati, lotteranno duramente fino alla fine“.

ROAD TO AMSTERDAM (6): ANCORA UN SUCCESSO PER LA FORTITUDO CHE HA LA MEGLIO DELL’HOBOKEN PER 8 A 4

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Doveva vincere e così è stato per la Fortitudo Bologna che ha la meglio anche dei belgi dell’Hoboken Pioneers sconfitti 8 a 4. Ottimo Betto sul monte, con un super rilievo di Pugliese. Molto bene come sempre l’attacco.

Era il primo dentro o fuori della competizione per via dello scontro diretto contro gli Hoboken Pioneers anche loro a due vittorie in due partite e la Fortitudo Bologna ha deciso di continuare a fare bene, molto bene sconfiggendo gli avversari per 8 a 4 al termine di una sfida che ha visto i Campioni in carica sempre in vantaggio, seppure con difficoltà maggiori rispetto agli avversari delle precedenti due gare.

L’inizio di partita è ancora una volta per gli uomini allenati dal Manager Marco Nanni che segnano subito con il singolo di Clemente che porta a casa Infante anche lui in base dopo una valida. Al terzo inning, il punteggio aumenta con Bologna che segna ancora prima di aumentare ancora il divario tra quinta e sesta ripresa quando si porta sul momentaneo 4 a 0 con uno scatenato Joe Mazzuca nel box di battuta.
Sembra la copia delle altre partite anche perchè Fabio Betto è perfetto nei primi quattro inning prima di subire una valida di Oliveira alla quinta ripresa.
Al sesto inning ecco però arrivare le prime due segnature dei Campioni di Belgio che trovano tre valide contro vento nella zona di Malengo all’esterno destro per il punteggio che è ora sul 4 a 2. La reazione della compagine della squadra italiana è forte e dura: arrivano subito tre punti nel cambio campo con un singolo da due RBI parte di Juan Carlos Infante che rimette le cose in ordine. Il punteggio cambia ancora e vede Bologna in vantaggio 7 a 2. I Pioneers non ci stanno però e dopo il cambio di Fornasari per Cleemente in difesa out per un problema al polpaccio (maggiori info nell’intervista al Manager Marco Nanni in serata) si rifanno sotto segnando due punti e ponendo fine alla gara di Fabio Betto. Al suo posto entra Nick Pugliese che mette strike out Herssens con seconda e terza occupate. Qui la partita finisce perchè Bologna segnerà il punto numero otto proprio all’ottavo inning e i lanci di Pugliese prima e di Vic Moreno dopo mettono la parola fine alla gara. Vince la Fortitudo che vede sempre più vicina le Final Four di Brno.

Domani alle ore 11.00 la sfida contro i tedeschi dell’Heidenheim, in diretta da Amsterdam su Radio Arena Sportiva.

ROAD TO AMSTERDAM (5): LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DI NORTH STARS – FORTITUDO BOLOGNA

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Due vittorie in due partite per la Fortitudo Bologna che oggi ha vinto 10 a 2 contro i russi del North Stars. Parliamo della gara giocata con i protagonisti: Barth Morreale, Fabio Milano e il Manager Marco Nanni.

Come nella prima partita contro gli spagnoli del Sant Boi, anche nella seconda gara contro i russi del North Stars c’è solo una squadra in campo: la Fortitudo Bologna capace di segnare ancora dieci punti, subendone solamente due in una gara dominata dalla prima all’ultima ripresa di gioco. Merito di un attacco sempre presente contro i pitcher avversari e di un monte di lancio che ha fatto davvero bene dal partente Morreale ai rilievi schierati.
Proprio Barth Morreale, Fabio Milano e il Manager Marco Nanni sono gli intervistati del dopo partita.

BARTH MORREALE (Lanciatore Fortitudo Bologna): “E’stata una partita positiva ben giocata da tutta la squadra e sono contento di aver dato il mio contributo al successo. Mi sono sentito in ottima condizione per i primi quattro inning di gioco poi sono calato al quinto inning non avendo la preparazione fisica in quanto il mio campionato in America sarebbe iniziato tra poco e dovevamo ancora farla. Ma in ogni caso bene così, sorpattutto per la squadra“.

FABIO MILANO (Lanciatore Fortitudo Bologna): “Come mi sento dopo l’inning tirato oggi? Mi sento meglio, sicuramente molto di più rispetto a quando ero rientrato con la sfida contro il Godo. Ho delle buone sensazioni a riguardo, anche se sarà domani mattina che avrò delle risposte più precise per il dolore al gomito. Un commento alla gara di oggi? Siamo stati bravi a partire concentrati e a fare subito bene, poi tutto è stato in scioltezza. Domani è un nuovo giorno e una nuova importante sfida“.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Bologna): “Oggi i ragazzi mi sono piaciuti per la loro aggressività iniziale e soprattutto perchè anche dopo essere andati in vantaggio cinque a zero e poi cinque a due non si sono fermati ma hanno continuato a creare e a creare, concretizzando anche alcune situazioni importanti. Molto bene Barth (Morreale NDI) sul monte di lancio così come anche Fabio (Milando NDI) e Mark (Langone NDI). Peccato per il problemino fisico che ha Mattia (Barbaresi NDI) e che ne ha minato utilizzo e condizione oggi. Come sarà la gara di domani contro l’Hoboken Pioneers? Sarà una sfida dura contro una squadra che spinge tanto in attacco, creando molto. Noi ci affidiamo ai lanci di Fabio Betto, in attesa di sapere quale sarà il loro partente.”

ROAD TO AMSTERDAM (4): SECONDO SUCCESSO DI FILA PER LA FORTITUDO CHE SI SUPERA AGEVOLMENTE I RUSSI DEL NORTH STARS PER 10 A 2

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Ancora una vittoria, ancora in scioltezza: la Fortitudo Bologna ha la meglio degli avversari russi del North Stars per 10 a 2 in una gara dominata dal primo al nono inning. Bene sul monte di lancio Barth Morreale, con il ritorno di Fabio Milano.

Cambiano gli avversari in Europa, ma il riultato non cambia. La Fortitudo Bologna dopo aver annichilito gli spagnoli del Sant Boi nella prima partita, si ripete anche oggi battendo i russi del North Stars per 10 a 2 al termine di una gara dominata dal primo lancio. Decisiva sarà la partita di domani contro i belgi dell’Hoboken Pioneers che oggi hanno sconfitto i tedeschi dell’Heidehneim rimanendo imbattuti con due vittorie su due gare. E domani dovrebbero far partire Terrence Antonacci, il loro miglior pitcher, proprio contro Bologna. Diretta dalle ore 15.00 su “Radio Arena Sportiva“.

Tornando alla gara disputata in mattinata, la Fortitudo non ha avuto problemi nel risolvere la pratica North Stars già a partire dal primo lancio colpito da Juan Carlos Infante e trasformato in un singolo al centro. La base ball guadagnata da Gary Ermini e il successivo doppio di Joe Mazzuca fanno segnare il compagno per il primo punto della partita per la compagine bolognese. I Campioni in carica si ripetono poco più tardi con il singolo di Angrisano per il 2 a 0 con cui si concludeva l’inning.
Se il partente russo ha grandi difficoltà sul monte subendo altre due segnature nella ripresa successiva, dall’altra parte Barth Morreale mostra grande sicurezza al lancio risultando quasi intoccabile nelle prime quattro rirprese (l’unica valida subita è un bunt a sopresa di Samchuck) prima di subire due punti al quinto inning, l’ultimo della sua buona partita. Esce comunque da vincente il numero 26 della Fortitudo perchè i suoi rilievi (Mattia Barbaresi, Fabio Milano al ritorno dopo l’inning lanciato contro Godo in campionato, e Mark Langone) fanno buona guardia contro le mazze avversarie.

La Fortitudo dopo aver lasciato sei uomini in base tra terzo e quarto inning senza segnare punti, dilaga alla sesta ripresa con ben quattro punti segnati grazie anche ai tripli di Joe Mazzuca e Mark Castellitto e al doppio di Edgar Clemente.
La volata di sacrificio dell’esterno centro permette la segnatura del punto numero dieci nell’inning successivo per il definitivo 10 a 2 con cui si chiude la gara. Per Bologna un nuovo importante successo. Domani Fabio Betto cercherà con i suoi lanci di portare a tre vittorie la Fortitudo in una gara di grandissima importanza per la classifica contro gli Hoboken Pioneers.

LIVE FROM AMSTERDAM (3): LA FORTITUDO NON SBAGLIA ALL’ESORDIO: IL SANT BOI E’ BATTUTO 16 A 3

dallo stadio “Sportpark Ookmer” di Amsterdam (Olanda), DANIELE MATTIOLI

Non sbaglia la Fortitudo all’esordio di Coppa Campioni: la sfida contro il Sant Boi dura solo una ripresa, poi è dominio Bologna che dilaga fino al 16 a 3 finale. Nuova vittoria per Jesus Matos, attacco attento nel box di battuta (tante basi ball guadagnate) e cinico. Domani alle ore 11.00 la sfida contro il North Stars.

C’era molta attesa per la sfida contro gli spagnoli del Sant Boi, accreditati come possibile candidata per l’accesso alle Final Four, e invece il match contro la Fortitudo si decide già dopo due inning di gioco, con Bologna in vantaggio 5 a 2 in una gara che ha dominato in lungo e in largo fino alla conclusione anticipata del settimo inning con il punteggio di 16 a 3.

Pronti, partenza, via e Bologna è già in vantaggio 2 a 0 con un doppio di Joe Mazzuca e un errore della difesa iberica. Dall’altra parte il sole inganna Edgard Clemente che non raccoglie la pallina di Domero: due punti pure per il Sant Boi che impatta il risultato? Si prospetta una gara in equilibrio? Neanche per sogno, perchè gli uomini allenati dal Manager Marco Nanni non ci stanno e nel giro di quattro inning segnano ben undici punti, sei dei quali alla quinta ripresa sul rilievo del partente Marquez, Matias mai entrato nella sfida. Dopo i cinque inning di Matos, come sempre al top, entra Cody Cillo che per un errore della difesa vede segnare il terzo punto del Sant Boi. C’è sempre la manifesta inferiorità perchè il punteggio è di 13 a 3, ma Bologna continua a dilagare fino al definitivo 16 a 3 con cui si conclude la prima partita. Ora sotto ai russi del North Stars, domani alle ore 11.00 sempre qui ad Amsterdam.