LE PAROLE DI JULIO RAMIREZ E MARCO NANNI AL TERMINE DI GARA UNO DI PLAYOFF

dallo stadio “Nino Cavalli” di Parma, DANIELE MATTIOLI

Bologna espugna Parma in gara uno di Round Robin per 7 a 4 grazie ad un fuoricampo da tre punti di Julio Ramirez. Ecco l’intervista al MVP della sfida e al Manager Marco Nanni.

E’ una Fortitudo Bologna con il sorriso sulle labbra quella che si appresta a lasciare il “Nino Cavalli” di Parma. La squadra Campione d’Europa in carica ha infatti vinto in rimonta la prima gara dei playoff per 7 a 4 al termine di un match al cardiopalma. Decisivo ai fini dell’incontro il fuoricampo da tre punti di Julio Ramirez al nono inning che ha dato a Bologna il vantaggio decisivo. Proprio l’ex Los Angeles Angels ha parlato ai nostri microfoni nel post partita, assieme al Manager dell’Unipol Marco Nanni.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo): Un commento sulla nostra vittoria al fotofinish? Buona la prima. E’ una vittoria che da morale anche perché è arrivata dopo essere andati sotto nel punteggio ad inizio gara. Siamo stati bravi a saper sfruttare l’occasione giusta quando ci si è presentata davanti, non mollando mai la presa sulla partita.
C’era il presentimento del fuoricampo di Ramirez dal dugout? Si, si sentiva che avrebbe avuto un turno importante dopo una grande serata che aveva avuto nel box di battuta anche quando è andato out. Un ottimo comportamento che l’ha visto giustamente premiato con l’homer della vittoria.
Cosa mi aspetto dalle prossime due sfide? Sicuramente delle gare equilibrate considerando anche il grande valore di Parma che anche stasera ha dimostrato doti importanti in attacco. Siamo arrivati praticamente terzi a pari merito in stagione. Saranno partite di grande equilibrio.

JULIO RAMIREZ (Esterno Fortitudo): Cosa ho pensato quando ho visto la palla che avevo colpito andare oltre le recinzioni? Sono stato molto contento e ho pensato a tutte le persone che non credevano in me in questa stagione, dimostrando loro che si sbagliavano. Cosa mi aspetto dalle prossime sfide di Round Robin? Ti posso dire una cosa. La gente non deve avere paura di quello che accade in campo. Non siamo perfetti, si vince e si perde. Ma scendiamo in campo sempre con un solo obiettivo: quello di vincere.
Per fare un esempio, la gente quando si trova davanti un gatto nero è solita “toccarsi” consapevole di essere diventata sfortunata. Noi invece cerchiamo di affrontare ogni gara sempre nel modo migliore senza avere paura di nessuno.

DANIELE FUZZI, MANAGER DEI GODO KNIGHTS, CI PRESENTA IL TRITTICO TRA DE ANGELIS ED ELETTRA NOVARA

da GODO (RA), l’inviata MARA MENNELLA

Dopo la tripletta subita contro il BBC Grosseto, la De Angleis Godo affronta l’Elettra Novara con l’obiettivo di mantenere il settimo posto in classifica, insidiato dai piemontesi. Ne parliamo con il Manager dei North East Knights Daniele Fuzzi.

Non si può dire ancora del tutto archiviata la quarta giornata di ritorno dell’Italian Baseball League. Contro il Montepaschi Grosseto hanno pesato moltissimo le decisioni arbitrali e il trittico si è chiuso con ben tre provvedimenti: una giornata di squalifica a Maza del Grosseto per proteste contro l’arbitro di casa base, due giornate a Manuel Gasparri per proteste contro un giudizio arbitrale e insulti all’arbitro di prima base e ben 300 euro di ammenda al Baseball Godo “per il comportamento dei propri sostenitori presenti sugli spalti che rivolgevano gravi insulti e minacce all’indirizzo degli Ufficiali di gara”, come si può leggere tra le note sul sito della FIBS.

Il manager Fuzzi preferisce non commentare questo punto amaro della scorsa giornata e pensare piuttosto a quello che si prospetta stasera. Nella quinta giornata di ritorno i De Angelis North East Knights affronteranno il Novara Baseball United in trasferta. “A questo punto della stagione – commenta il Manager Daniele Fuzzila serie contro il Novara è fondamentale per mantenere la 7a posizione che in questo momento ci appartiene”. Continua: “L’ obiettivo minimo è quello di vincere la serie. Purtroppo abbiamo perso molte partite ultimamente: in questa serie non ci dovrà essere alcun calo di concentrazione per riuscire a portare a casa il risultato.” Infatti, se il Novara si aggiudicasse la tripletta, raggiungerebbe il Godo a quota cinque partite vinte e fino all’ultimo si lotterebbe per non ottenere l’ultimo posto in classifica.

Sulla carta la De Angelis sembra superare i numeri del Novara sia in attacco sia in difesa: .206 di media battuta per la squadra romagnola e .196 per la squadra piemontese, mentre la media pgl è di 5.55 per i Knights e di 7.85 per il Novara. Ci sarà comunque bisogno della massima concentrazione per non permettere nessuna occasione alla squadra avversaria.

Buone notizie arrivano dai settori giovanili: numerosi sono stati i convocati in nazionale per le diverse categorie, soprattutto allievi e juniores. “Da sempre il settore giovanile a Godo ha portato diversi atleti alla nazionale, ma pochi negli ultimi anni sono arrivati a giocare nella IBL”, commenta il Manager Fuzzi. “Credo che in questo momento si debba puntare molto sui ragazzi delle giovanili per permettere un futuro più sereno alla società. Abbiamo ottimi tecnici e non credo abbiano bisogno della mia guida, anzi a volte sono io che chiedo loro consigli. Lo scambio di opinioni e di idee sull’aspetto tecnico aiutano sempre a crescere”.

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DI T&A SAN MARINO – FORTITUDO BOLOGNA (GARA DUE – ANDATA)

dallo stadio “Serravalle” di San Marino, DANIELE MATTIOLI

Doveva riscattarsi subito la Fortitudo Bologna e così è stato. A San Marino, i Campioni d’Europa vincono 3 a 0 e ritornano in vetta solitaria in campionato. Parliamo di questo successo con Fabio Betto, Mark Langone e con il Manager Marco Nanni.

Il riscatto doveva essere pronto e doveva arrivare subito la sconfitta agli extrainning di giovedì. La Fortitudo Bologna l’ha ottenuto alla grande, vincendo 3 a 0 a Serravalle contro la T&A San Marino. Grande merito della vittoria va a Fabio Betto, autore di una prestazione super sul monte di lancio. Arriva la prima salvezza stagionale per Mark Langone e pur senza Gary Ermini (piccolo strappo per lui, accusato giovedì sera), Riccardo Fornasari (anche lui infortunatosi in gara uno) e Fabio Milano, Bologna ritorna in vetta solitaria in classifica.
Abbiamo parlato di questo e della prima vittoria del trittico con Fabio Betto, Mark Langone e il Manager Marco Nanni.

FABIO BETTO (lanciatore Fortitudo Baseball): “Come mi sento dopo questa prestazione? Sono contento per quanto fatto e perchè era importante per noi riprenderci subito dopo la sconfitta di ieri sera. Mi sento bene, anche perchè sento che sto lavorando bene in allenamento.
Come sono riuscito a fermare in questo modo l’attacco del San Marino? Beh, io continuo sempre a divertirmi quando vado sul monte di lancio e questo credo sia un dato importante perchè se non c’è questa componente non si va molto avanti. Per quanto riguarda la partita di questa sera, ho lanciato come sempre e sono stato aiutato dalla difesa e anche da una qualche circostanza fortunosa, perchè anche questo fa parte del gioco.
Circa un anno fa vincevo la partita numero 100 in carriera in campionato qui a San Marino? E’ vero, ma questo è un campo che mi piace da sempre e di conseguenza ho un buon feeling qui.
Un successo che vale doppio per me che sono anche Capitano della squadra? Si, sono contento pure per questo. Spero di festeggiare anche a fine stagione ma in ogni caso non sarò un Capitano dai lunghi i discorsi in spogliatoio. Il mio obiettivo è far parlare in campo perchè alla fine contano solamente i fatti
“.

MARK LANGONE (lanciatore Fortitudo Baseball): “Sono contento per la vittoria della squadra che ha ben giocato una partita difficile contro un avversario forte come il San Marino. La mia salvezza? Sono stato favorito ad entrare al nono inning con un vantaggio di tre punti da difendere. Era difficile riuscire ad eliminare al piatto avversari così forti e quindi ho lasciato che ci pensasse la difesa facendoli battere in diamante.
Un commento sulla prova di Fabio Betto? Adoro come lancia perchè nonstante non lanci forte, è efficace come pochi. Questo vuol dire che possiede una grande tecnica di lancio e soprattutto una grande capacità di stare sul monte, conoscendo i lanci da fare agli avversari. E’ stato magnifico
“.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Baseball): “E’ un risultato positivo che abbiamo ottenuto contro una grossa squadra come il San Marino.
La prova di Fabio Betto? E’ stato veramente bravo sul monte di lancio ed è riuscito a mettere in atto il “piano” che abbiamo deciso nel dopo gara di giovedì sera per far riposare più a lungo Yulman Ribeiro che aveva rilevato Moreno. Fabio ha avuto un grande controllo della partita e dei lanci ha dimostrato ancora una volta il suo valore.
Se c’è rammarico per la sconfitta subita ieri sera? Si, certamente perchè perdere al Tie Break non è bello. Ma abbiamo subito voltato pagina questa sera con questa importante vittoria
.

IL MANAGER DEI GODO KNIGHTS DANIELE FUZZI FA IL PUNTO DELLA SITUAZIONE IN CASA DE ANGELIS

da Godo, MARA MENNELLA

Partenza in salita per i Godo Knights nella stagione 2011 di IBL che dopo sei partite giocate, sono ancora a secco di vittorie in classifica e hanno difficoltà in attacco Abbiamo parlato di questa situazione e del prossimo trittico contro Parma insieme a Daniele Fuzzi, Manager della squadra.

La prossima sarà una giornata decisiva. Delle tre gare con la Danesi Nettuno nessuna è andata a buon fine, tranne un “colpo di testa” in gara3 in cui i Cavalieri sono rimasti in testa per 1 a 0 fino al terzo inning grazie alle prestazioni di giocatori del vivaio come Meriggi e Zambellan.

Ma è davvero tutto da buttare? Il manager Daniele Fuzzi si rivela essere molto positivo, ma anche critico:
Non è una situazione che ci si poteva aspettare. Le sconfitte ci possono stare, ma non l’aver segnato due punti in sei partite e avere una media battuta di squadra così bassa (.106 di avg). Il line up deve deve cominciare a dare segni di risveglio, altrimenti è dura vincere le partite e anche gli infortuni e assenze per motivi di lavoro non ci hanno aiutato.

La seconda giornata di campionato contro la Danesi Nettuno è stata segnata anche dalla prima no-hit della stagione ad opera di Kris Wilson: un perfect game mancato per colpa di una base su ball concessa a Sanchez. Tutto merito del lanciatore?
Sicuramente è stato molto merito del lanciatore. A volte ci sono partite che sembrano segnate e quella era una. Non abbiamo apportato nessun cambiamento ad ogni turno di battuta che andavamo a fare, però Wilson è un gran lanciatore che è arrivato fino in MLB e venerdì l’ha dimostrato.

Bisogna quindi ripartire e tenersi pronti per la prossima giornata contro Parma, vincitrice dello scudetto lo scorso anno. In queste prime due giornate ha subito uno sweep da Bologna ma ha vinto le prime due partite contro Rimini, due delle squadre più forti di tutto il campionato.
C’è bisogno dei Cavalieri al massimo delle forze per farsi valere. Si può parlare di una “ripartenza”?
Non avremo molto tempo perchè giovedì si gioca di nuovo e forse questo è un bene per noi: i ragazzi avranno sicuramente voglia di rifarsi. Ogni settimana il nostro obiettivo è quello di migliorare partita dopo partita: in questo momento stiamo faticando molto nel box, ma speriamo di riprenderci e aiutare i nostri lanciatori che questo fine settimana hanno fatto vedere buone cose.

Si comincia stasera a Parma per poi spostarsi a Verona e festeggiare l’arrivo dell’ IBL nella città di Dante e di Romeo e Giulietta. Chissà che non arrivi anche la prima vittoria…

BOLOGNA – NOVARA: LE INTERVISTE DEL DOPO PARTITA

dallo stadio “Gianni Falchi” di Bologna, DANIELE MATTIOLI

Ancora tre vittorie per la Fortitudo Bologna che ottiene la seconda tripletta stagionale contro l’Elettra Novara. Il Manager Marco Nanni e Juan Carlos Infante parlano di questo, della migliore partenza dal 2003, del prossimo fine settimana contro San Marino e della No-Hit di Kris Wilson.

Non è stato un dominio assoluto quello mostrato dalla Fortitudo Bologna in questo fine settimana per il semplice fatto che non ha chiuso le partite in anticipo con la manifesta inferiorità. Ma in ogni caso, la squadra allenata da Manger Marco Nanni ha avuto sempre in mano ogni azione in questo fine settimana e ha legittimato il primato in classifica, ora solitario in virtù delle sconfitte di San Marino (a Grosseto) e di Rimini (contro Parma). Non solo. Ha anche eguagliato la miglior partenza stagionale (mai dal 2003 così bene dopo due trittici), in attesa del prossimo fine settimana dove affronterà la squadra del Monte Titano in un match che si preannuncia di grande spesso. Di questo e di molto altro ancora abbiamo parlato con due protagonisti del trittico: Juan Carlos Infante e il Manager Marco Nanni.

JUAN CARLOS INFANTE (interbase Fortitudo Baseball): “Come giudico questo fine settimana dove abbiamo raccolto altre tre vittorie? Molto, molto bene. La squadra ha giocato ottimamente e ha mostrato che quando vuole segnare, riesce sempre a fare punti. Il prossimo fine settimana ci aspetta il big-match contro il San Marino, cosa mi aspetto? Sarà un trittico diverso da questo e in questa occasione penseremo ripresa per ripresa, visto le qualità simili. Anche loro sono una bella squadra, ma sono fiducioso: contro le grandi squadre abbiamo fatto bene. Spero sia così anche la settimana prossima“.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Baseball): “E’ il miglior avvio di stagione dal 2003 quando arrivarono le triplette contro Anzio e San Marino, quest’anno contro Parma e Novara. Cosa significa questo per la squadra? E’ un risultato molto buono che dovremmo confermare sin dalla prossima partita. Penso che il paragone con otto anni fa si azzecato perchè il livello delle squadre si equivale con quelle che affrontammo in quell’occasione. E’ stato un buon fine settimana, dove la squadra ha affrontato con giusto approccio un avversario che, pur avendo qualità inferiori alle nostre, aveva vinto all’esordio contro Grosseto e che ha dimostrato di avere buoni partenti come Toledo e Noguera che potranno dare fastidio in futuro contro altre squadre.
Dopo questo trittico ci aspetta il fine settimana contro il San Marino. Cosa mi aspetto? Sicuramente non sarà un trittico facile, perchè la T&A si è rinforzata nel mercato invernale. Dovremo cercare di andare in vantaggio subito e qualora fossimo noi a dovere inseguire dovremmo utilizzare tutta la nostra bravura e voglia per ritornare in partita.
Come siamo messi con gli infortunati? Per Fabio Milano viviamo alla giornata ma posso già dire che non ci sarà contro il San Marino. Meglio sta Riccardo Fornasari, mentre Edgar Clemente farà una ecografia martedì, dopo un risentimento che ha avuto nella gara di oggi (sabato NDI) pomeriggio.
Un commento sulla No-Hit di Kris Wilson del Nettuno, lanciata venerdì sera contro la De Angelis Godo? Gli faccio i complimenti perchè è un grandissimo risultato e non è certamente facile realizzarlo. Penso che sia stata brava anche la difesa e peccato per lui per la base ball concessa. Complimenti ancora per quanto fatto”.

CAVALIERI SCONFITTI DAI PIRATI NEL PRIMO TRITTICO 2011. MA ARRIVANO I RINFORZI

da Godo, MARA MENNELLA

Il campionato si apre con uno sweep del Rimini su Godo. Molte cose da sistemare, ma un altro gradito ritorno cambierà la situazione: Lino Connell, lo scorso anno a Nettuno, sarà uno dei coach non solo per l’IBL ma anche per la franchigia RomagnA B.C.

Il Manager Daniele Fuzzi è stato molto chiaro: “Godo è vista come la squadra materasso. Con tutti gli sforzi che stiamo facendo non possiamo puntare solo alla salvezza: dobbiamo reagire e scontrarci con squadre molto più quotate”.
L’entusiasmo non è bastato contro una delle candidate allo scudetto 2011, la Telemarket Rimini. Battitori come Bryant, Chaves e Phelps metteranno in difficoltà, senza ombra di dubbio, lanciatori molto più potenti di quelli godesi.

Gara1 è stata determinata non dai lanciatori, come di solito succede per la gara dello straniero, ma dalla difesa. Entrambi i lanciatori della prima sfida del trittico si sono dimostrati all’altezza della squadra avversaria: il partente Rodriguez ha chiuso cinque inning con sei strike out e due basi su ball, con un solo PGL, mentre Ulloa ha concesso due valide. I cinque punti entrati sono da imputare quasi tutti alla difesa, spesso assente in momenti di gioco cruciali e con errori che hanno determinato il risultato della partita.
Completamente da dimenticare Gara2: non convince per nulla il partente Arismendi, che solo nel primo inning ha concesso tre basi su ball, quattro punti e due valide, tra cui il grande slam di Bryant. Non migliora negli inning successivi, arrivando a subire altri cinque punti e sette valide. Il diciannovenne Teixeira è molto più fastidioso sul monte, ma deve ancora lavorare per farsi valere.
In gara3 buon inizio per il partente Galeotti. Si fa però sottomettere dalle mazze riminesi subendo otto punti prima di essere sostituito da Del Bianco. Buona prestazione per il veterano riminese, per Briggi e per Nyari, che ha dimostrato molta grinta sul campo con un’ottima assistenza in tuffo che ha determinato l’eliminazione in prima di Chiarini.
Con tre sconfitte, i North East Knights sono ultimi in classifica in buona compagnia: anche Parma e Nettuno hanno subito un inaspettato sweep da Bologna e San Marino.

Arriva però un’ottima notizia a risollevare il morale dei cavalieri: torna a Godo Lino Connell che, nonostante la squalifica dell’anno scorso, ha dato la sua disponibilità ad aiutare i progetti di sviluppo della franchigia veneto-romagnola nel campo tecnico. Già da questa settimana si aggregherà allo staff tecnico di IBL1 per gli allenamenti e ha dato la disponibilità a lavorare con la franchigia RomagnA B.C. per aiutare la crescita dei settori giovanili.

Nella conferenza stampa prima delle gare è stata molto sottolineata l’importanza delle giovanili e della diffusione del movimento. Il team manager Mignola ha dichiarato: “Il nostro manager Fuzzi è un prodotto del vivaio godese, oltre ad essere l’allenatore più giovane. Siamo sempre più convinti che questa sia la strada giusta. Un altro progetto che vorremmo vedere concretizzato –continua Mignola- è quello della polisportiva proposta dal sindaco Matteucci. Condividendo, tra le altre cose, un fisioterapista e i trasporti ogni squadra risparmierebbe circa 25mila euro. Lancio la convocazione alle altre squadre: se si dovesse rimanere in pochi eletti, sarebbe un club d’elite e non una polisportiva

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI DI CARIPARMA – FORTITUDO BOLOGNA (GARA 1, ANDATA)

dal “Nino Cavalli” di Parma, DANIELE MATTIOLI

Sotto un pioggia persistente la Fortitudo Bologna ha battuto 2 a 1 il Cariparma nell’Opening Day del Campionato IBL 2011. Le interviste ai protagonisti: Victor Moreno, Jesus Matos e Marco Nanni, Manager Fortitudo.

Ancora una volta la Fortitudo vince all’esordio stagionale e lo fa sconfiggendo i Campioni in Carica del Cariparma, sotto una pioggia sempre presente che si è abbattuta sulla città ducale dal tardo pomeriggio.
E’ stata una partita all’insegno dell’equilibrio – 2 a 1 il finale per gli uomini di Marco Nanni – dove ambedue le squadre hanno sprecato molto, complici anche le buone prestazioni dei rispettivi lanciatori. Decisive le giocate di Malengo – singolo e poi punto segnato sul tentativo di rubata in seconda con annesso errore difensivo del Parma – e di Santaniello autore del triplo del vantaggio finale per Bologna.
Per i Campioni d’Europa in carica ottime prove di Matos e Moreno sul monte di lancio. Sono loro due, insieme al Manager Marco Nanni, gli intervistati del dopo gara.

JESUS MATOS (lanciatore Fortitudo Baseball): “ Terza vittoria di fila per te all’Opening Day. Come mi sento dopo la mia terza vittoria di fila all’Opening Game? Sono felice, perché la squadra ha vinto una partita importante e soprattutto contro i Campioni in carica. E’ un buon inizio per noi“.

VICTOR MORENO (lanciatore Fortitudo Baseball): “ Un commento sulla prestazione della squadra? Non era facile venire a vincere sul campo dei Campioni dello scorso anno, ma siamo stati bravi a saper sfumare tutte le occasioni e a vincere la partita. La mia prestazione? Sono contento perché è servita per la vittoria di domani. Le prossime due partite? Vedremo. “.

MARCO NANNI (Manager Fortitudo Baseball): “ Nel 2009 fu vittoria contro Parma per 2 a 0, l’anno scorso il Godo venne sconfitto 4 a 1 al Falchi, quest’anno vittoria ancora contro il Cariparma. Che emozione è vincere all’esordio? È sempre piacevole e soprattutto ci siamo riusciti contro la squadra che l’anno scorso ha vinto il titolo. Non è stata la nostra migliore partita, soprattutto rispetto al precampionato, in quanto abbiamo commesso alcuni errori in attacco e difesa. Ma alla fine sismo stati bravi a portare a casa il risultato. Matos e Moreno? Una prova di grande sostanza per tutte e due. Jesus ha concesso qualche ball di troppo ma non ha permesso ai battitori di Parma di entrare in partita, mentre Vic ha chiuso bene, andando anche oltre ai numero di lanci stabiliti. Cosa mi aspetto dalla partita di domani? Evitare le disattenzioni di oggi e battere di più, facendo lanciare il loro partente, che potrebbe essere Burlea. Di conseguenza mi auguro di fare più punti rispetto oggi“.