MLB, FRANCHIGIE E MERCATO INVERNALE: PARLIAMO DI BASEBALL CON FABIO MILANO

di GIDEON 12

La sua firma c’è sempre. In ogni epica vittoria della Fortitudo il suo nome è sempre presente.
Chi si può dimenticare la salvezza decisiva di Matino, sede della qualificazione per la Final Four di Barcellona, dove, al nono inning con l’uomo del Barcellona in seconda, salvò la partita e mandò la Fortitudo in Spagna?
Oppure l’eroica vittoria di Nettuno nel pomeriggio di sabato 7 giugno a Nettuno, dove per ben due volte agli extrainning uscì indenne da una situazione di basi piene, vincendo la partita e rilanciando la Fortitudo in classifica?
E dulcis in fundo, il rilievo finale di Gara 5 della Finale Scudetto 2009 contro il San Marino, dove con uno strikeout su Rovinelli, ha fatto esplodere il popolo biancoblù del batti e corri.
A due mesi dalla vittoria dall’ultima eliminazione al piatto della sua meravigliosa stagione, torniamo a parlare di baseball, dalla Major League alle franchigie passando per il mercato invernale, con il closer per eccellenza: Fabio Milano.

GIDEON 12: Ciao Fabio.
FABIO MILANO: Ciao a tutti.

GIDEON 12: Sono da poco finite le World Series 2009, che hanno incoronato i New York Yankees Campioni del Mondo. Tu che sei un tifoso dei Red Sox Sox come hai vissuto queste finali? E soprattutto ti sei ripreso dopo la loro vittoria?
FABIO MILANO: Io ho dimenticato tutto riguardo i New York Yankees. Hanno giocato del buon baseball, ma sono stati agevolati anche dal fatto che Ryan Howard (clean up dei Phillies, apparso giù di forma alle World Series NDI) non ha affatto aiutato la sua squadra.

GIDEON 12: E’ però innegabile che quest’anno gli Yankees avevano qualcosa in più in rispetto alle altre squadre, complice un mercato invernale super. Chi tra i nuovi acquisti (Mark Teixeira, AJ Burnett e CC Sabathia) ti è sembrato il più decisivo alla fine?
FABIO MILANO: Diciamo che quando comperi i migliori giocatori disponibili, non è difficile vincere. E così è stato per gli Yankees.

GIDEON 12: Hideki Matsui ha vinto il premio di MVP, sconfiggendo al foto finish Chase Utley, trascinatore dei Phillies, e Mariano Rivera, closer degli Yankees. Condividi la scelta del premio, o lo avresti dato ad un altro giocatore?
FABIO MILANO: Io penso che Derek Jeter avrebbe dovuto vincere il premio di MVP, soprattutto perchè Jeter ha giocato tutte le partite delle finali, mentre Matsui solo quelle a New York e non in quelle della National League, giocate a Philadelphia.

GIDEON 12: A proposito di Mariano Rivera, tu e lui avete in comune molte qualità come essere due giocatori vincenti e decisivi per la vostra squadra. Quanto Fabio Milano assomiglia a Mariano Rivera per te?
FABIO MILANO: Beh, in verità ti dico che c’è un piccolissimo paragone tra me e Mariano. In comune abbiamo il sangue freddo quando siamo sul monte e il coraggio di fronte ai battitori di ogni tipo che affrontiamo.

GIDEON 12: Parlando dei Boston Red Sox per loro questa è stata una stagione al di sotto dei livelli di cui ci avevano abituati: qualificazione solo tramite la wild card e sconfitta 3 gare a 0 contro gli Angels al primo turno di Playoff. Cosa gli è mancato secondo te?
FABIO MILANO: A mio avviso è mancata la consistenza. Infatti ai Red Sox sono mancati i grandi battitori all’interno del lineup e David “Big Papi” Ortiz non è stato lo stesso. Inoltre Boston ha sofferto anche la mancanmza di buoni lanciatori partenti per tutta la stagione.

GIDEON 12: Voliamo ora dagli Stati Uniti in Italia, dove la settimana scorsa è stato ufficializato il programma delle franchigie che ha portato un grande cambiamento nel baseball italiano. Cosa ne pensi di questo cambiamento? Sarà utile al baseball italiano?
FABIO MILANO: Mi piace l’idea della Franchigia ma non quella dei 6 ASI (i giocatori di scuola italiana da 5 passano a 6, mentre gli stranieri da quattro diventano 3 NDI). Se vuoi che le persone vengano a vedere la partita, devi offrigli qualcosa da vedere e sfortunatamente è il giocatore straniero che attira i tifosi. Questa nuova regola, comunque, aiuterà i giovani giocatori che avranno più spazio per giocare.

GIDEON 12: Parlando invece di Fortitudo Baseball, nelle scorse settimane, il sito Mister Baseball.com ha stabilito che la Fortitudo Bologna è la squadra più forte del 2009, grazie alla vittoria dello Scudetto e al secondo posto in European Cup. Quanto è importante aver ricevuto questo riconoscimento?
FABIO MILANO: Sono felice di far parte della squadra considerata la migliore in Europa. Questo è un bel risultato che tutti noi dobbiamo essere fieri di avere raggiunto e cercare di ripetere.

GIDEON 12: E’ anche periodo di mercato ed ha fatto parlare molto l’arrivo di Ruggiero Bagialemani a Grosseto, come nuovo allenatore della squadra maremmana. Riuscirà secondo te a rilanciare la squadra grossetana?
FABIO MILANO: Penso che hanno scelto un allenatore che conosce bene il gioco ma dipende anche i giocatori che deve allenare. Se Kelly Ramos torna a Grosseto può fare solamente bene alla squadra toscana e un Riccardo De Santis in forma li aiuterà di certo. Staremo a vedere.

GIDEON 12: E infine, Fabio Milano dove sarà nel 2010? Ancora in Fortitudo?
FABIO MILANO: Riguardo a dove giocherò nel 2010, a me piacerebbe restare qui, in Fortitudo. Vedremo cosa la Fortitudo deciderà.

GIDEON 12: Grazie mille per la disponibilità.
FABIO MILANO: Grazie a te.

Annunci

LA FORTITUDO ESORDISCE IN PRE-SEASON BATTENDO IL CASTENASO 11 A 0

di DANIELE MATTIOLI

La Fortitudo inizia la stagione 2010 battendo il Castenaso 11 a 0 nella prima amichevole dell’anno. Sugli scudi Angrisano e Malengo, mentre il quartetto Matos-Betto-Ularetti-Milano tiene a secco l’attacco avversario.

Tra poco il servizio completo.

OFF SEASON 2009: IL BBC GROSSETO PRENDE SANTANIELLO ED E’ VICINO A SPARAGNA, MENTRE IL PARMA BLINDA GRIFANTINI E CHAPELLI, MA RISCHIA DI PERDERE ZILERI

Italian_Baseball_League_logodi GIDEON 12

Continua, con questo secondo articolo, la rubrica dedicata alla Off Season del baseball italiano, con le news, gli acquisti e le cessioni, di tutte le otto squadre che parteciperanno alla IBL 2010.

IL BBC GROSSETO “PUNTA” VINICIO SPARAGNA…..

Secondo il quotidiano toscano “Il Tirreno”, si dovrebbe concludere nel giro delle prossime settimane la pratica per l’ingaggio di Vinicio Sparagna da parte del BBC Grosseto.
Il giovane esterno-ricevitore ha giocato l’ultimo anno nell’Anzio, sfiorando la promozione in A1 con la squadra laziale e dimostrando grande feeling nel box di battuta con ben .365 di media battuta e ben 3 fuoricampo colpiti.
Lo stesso Sparagna ha affermato al quotidiano toscano che “sono le due società che si devono mettere d’accordo, in quanto io la mia scelta l’ho già fatta. Al momento posso dire che al 70% nella prossima stagione vestirò la casacca del Bbc Grosseto“. A Grosseto, Sparagna troverebbe come allenatore Ruggiero Bagialemani, suo grande estimatore.

E PRENDE LIVINSTON SANTANIELLO E STEFANO CAVALLINI

Se si dovrà aspettare ancora un pò per sapere dove giocherà il prossimo anno Vinicio Sparagna, è notizia di oggi l’acquisto da parte del BBC Grosseto di Livinston Santaniello, ex seconda base della Palfinger Reggio Emilia, con la quale ha esordito lo scorso anno in A1, comportandosi molto bene nel box di battuta (.280).
Classe 1987, Santaniello è anche un ottimo corridore (7 rubate lo scorso anno) e ricoprirà, probabilmente, il ruolo di seconda base e leadoff della squadra grossetana.
Sempre la squadra allenata da Ruggiero Bagialemani ha rinfoltito il proprio roster con l’arrivo del ricevitore Stefano Cavallini, autore di una positiva stagione in A2 (media battuta di .294). Ricoprirà il ruolo di terzo catcher, dietro probabilmente a Kelly Ramos, dato di ritorno a Grosseto, e a Luca Bischeri, qualora decidesse di continuare a giocare.

PARMA “BLINDA” GRIFANTINI E CHAPELLI. LEO ZILERI DI FRONTE AD UNA DIFFICILE SCELTA

In una intervista rilasciata al sito ufficiale della società, il Presidente del Parma Baseball Rossano Rinaldi ha tracciato un’importante analisi del mercato invernale della squadra ducale.
Rinaldi ha infatti detto di credere molto nella valorizzazione dei giovani sulla quale il Parma Baseball si baserà sulla stagione ad avvenire.
Lo stesso presidente del Cariparma ha poi comunicato che per quanto riguarda i lanciatori stranieri “l’intenzione è quella di prendere un solo lanciatore, ma possibilmente più forte” mentre per i lanciatori di Gara 2 “Grifantini sarà sicuramente confermato, per volontà ferma di entrambe le parti. Scarcella difficilmente sarà confermato, mentre per quanto riguarda Newman, stiamo valutando. Anche qui abbiamo diverse soluzioni che stiamo vagliando“.
Nelle scorse settimane si era parlato di un eventuale addio di Laidel Chapelli, forte bomber che acquisisce lo stato di ASI, alla squadra ducale, ma Rinaldi comunica che “per noi sarà un punto fermo, anche per questo motivo (diventa ASI, NDR), perchè ci permette, in teoria, di acquisire un giocatore in più, straniero o italiano “Non-ASI”. Noi lo abbiamo confermato e lui, ad oggi, ci ha assicurato che sarà ancora con noi“.
C’è chi rimane e c’è chi, invece potrebbe partire. Stiamo parlando della bandiere del Cariparma Leo Zileri che, a detta del suo Presidente, si trova di fronte ad una difficile scelta “Leonardo Zileri ha ricevuto un’offerta molto, molto allettante da una società di vertice, che lo spingerà a fare una valutazione importante. Dovrà fare una scelta di vita: restare ed essere il punto di riferimento del nostro progetto, oppure andare via. Per noi è un elemento importante, è parmigiano ed è cresciuto con noi, ma ovviamente non potremmo biasimarlo se dovesse accettare“.
E allora la domanda dei prossimi giorni sarà: quale squadra gli ha offerto una proposta così allettante? E soprattutto cosa deciderà Leo Zileri a riguardo?

IMPORTANTE CAMBIAMENTO NEL BASEBALL ITALIANO: ARRIVANO LE FRANCHIGIE

Nella seduta di domenica mattina, il Consiglio Federale ha discusso e ratificato alcune decisioni importanti concentrando la sua attenzione sull’attività agonistica sia baseball che softball.
In apertura al dibattito sulla riforma dei campionati di baseball e parlando del nuovo progetto franchigie il presidente federale Fraccari ha spiegato: “E’ necessario che la Federazione si sfili sempre più dalla IBL lasciando che il lato commerciale sia gestito da chi partecipa a questo campionato. Nel contempo dobbiamo però pensare a non sciupare il patrimonio dei giocatori italiani che abbiamo e a costruirne di nuovi come alternativa agli stranieri”.

Stabilito il modello generale di franchigia con tutti i requisiti da rispettare, sia a livello strutturale, sia impiantistico, per partecipare alla Italian Baseball League 2010, il cui opening-day sarà il 1 aprile, il parlamentino della FIBS ha preso una serie di decisione a livello tecnico. Per quanto riguarda la IBL First Division le più importanti sono state l’aumento da 5 a 6 del numero minimo di Atleti di Scuola Italiana in campo, la riduzione a 3 visti lavoro-sport per i giocatori extra-comunitari e, fissata gara-1 come quella dei lanciatori stranieri, la possibilità per ogni squadra di scegliere a quali pitcher affidare le altre due partite, riservandone comunque una ai soli lanciatori ASI. Previste due sospensioni del campionato: una in giugno per la qualificazione della European Cup, l’altra in luglio, al termine della regular season, per il Campionato Europeo di Stoccarda preceduto dall’Italian Baseball Week.

La Second Division, che correrà parallela alla First Division ma a campi invertiti, disputerà due gare settimanali, sabato pomeriggio e sera, con l’obbligo di schierare almeno 3 atleti Under 21 e 7 giocatori ASI. Anche per le squadre della IBL2D ci sarà la possibilità di tesserare, con visto lavoro-sport, un atleta extra-comunitario. Una partita sarà riservata esclusivamente a lanciatori di Scuola Italiana. Dopo i playoff a eliminazione diretta che vedranno coinvolte tutte e 8 le squadre, le quattro qualificate si giocheranno la vittoria nella Final Four in programma il 7 e 8 agosto, lasciando così la possibilità a tutti i giocatori della franchigia di essere disponibili per la post-season della IBL1D.

La Serie A Federale, ipotizzata con due gironi da 8 e su due partite settimanali al sabato, presenterà in campo obbligatoriamente 6 atleti ASI, 7 dal 2011, riservando un incontro a lanciatori ASI. Le squadre avranno a disposizione un visto lavoro-sport. Nel caso in cui una società non disponesse di campo illuminato è prevista una tassa d’iscrizione più alta quale fondo di solidarietà per le maggiori spese sostenute dalle altre. Previsto, alla fine dell’andata, un intergirone parziale che vedrà opposte le prime quattro di un gruppo alle ultime quattro dell’altro per un totale di 18 giornate di regular season a cui seguiranno i playoff.

La Serie B Federale e la serie C Federale (unificata dal 2010) ricalcheranno, a grandi linee, le normative rispettivamente di B e C1 2009.

In materia di attività giovanile, confermate e rafforzate le obbligatorietà per le varie categorie e programmata la definitiva abolizione dei patti in deroga dal 2011, il Consiglio Federale ha confermato le diverse categorie in vigore e le rispettive normative tecniche e regolamentari, rinviando alla prossima seduta del 7 dicembre, l’analisi e la deliberazione generale per la prossima stagione.
Per l’Italian Softball League, confermato un campionato a 10 squadre dal prossimo anno e l’obbligo di schierare in campo almeno 6 giocatrici ASI, si è optato per la concessione di 3 visti lavoro-sport, di cui uno per il taglio, ed è stato portato a tre il numero minimo di attività giovanili obbligatorie. Uno sguardo anche al 2011 quando dovranno essere 7 le atlete ASI schierate con l’obbligo dell’interbase di Scuola Italiana.
La due giorni di lavoro del parlamentino FIBS si è conclusa con il rinvio di alcuni argomenti importanti alla seduta di inizio dicembre dove verranno definiti anche alcuni dettagli dell’attività agonistica, sentiti i pareri delle società sportive.

SORTEGGIATI I GIRONI DELLA COPPA CAMPIONI 2010. FORTITUDO BOLOGNA INSIEME AI FRANCESI DEL ROUEN E AGLI OLANDESI DEI MINOLTA PIONIERS

Fortitudo Logodi GIDEON 12

La Comissione Tecnica della CEB ha reso noto, poche ore fa nella serata di Sabato, la composizione dei due gironi del torneo di qualificazione per la Coppa Campioni 2010.
Ricordo che questi due gironi si svolgeranno nella prima settimana di Giugno a Rotterdam, in Olanda, e a Brno, in Repubblica Ceca.
Si qualificano per la Final Four di Barcellona, in programma a settembre, le prime due squadre di ogni girone.

Ecco i gruppi sorteggiati:

GIOCHERANNO NEL GIRONE DI ROTTERDAM (OLANDA):

Savigny Lions (Francia)
Tenerife Marlins (Spagna)
Hoboken Pioneers (Belgio)
DOOR Neptunus (Olanda)
Telemarket Rimini (Italia)
T&A San Marino (San Marino)

GIOCHERANNO NEL GIRONE DI BRNO (REPUBBLICA CECA):

Rouen Huskies (Francia)
Fortitudo Bologna (Italia)
CB Sant Boi (Spagna)
Heidenheim Heidekoepfe (Germania)
Konica Minolta Pioniers (Olanda)
AVG Draci Brno (Repubblica Ceca)

Sorteggio tutto sommato positivo per la FortLa festa Biancoblù dopo la vittoria in semifinale contro il Kinheim / Foto Bellocchioitudo che evita il temibile San Marino e sempre vivi spagnoli del Puerto Cruz Tenerife, squadra che in gara singola può sempre creare problemi. Sulla carta, quindi, si prevede una lotta a tre squadre per centrare la qualificazione. Oltre alla Fortitudo, infatti, saranno probabilmente il Rouen e il Minolta Pioniers a contendersi la qualificazione per Barcellona.
Sorteggio più ostico per le altre due squadre italiane, il Rimini e il San Marino, che a Rotterdam se la vedranno contro il Door Neptunus e i mai domi spagnoli del Marlins Puerto Cruz.

 

Infine ecco il calendario delle partite:

Primo giorno: 5-1, 4-2, 3-6
Secondo giorno: 1-3, 2-5, 6-4
Terzo giorno: 1-4, 2-6, 3-5
Quarto giorno: 1-2, 3-4, 5-6
Quinto giorno: 2-3, 6-1, 4-5

L’ANTIDOPING DEFERISCE CLAUDIO LIVERZIANI. LA RICHIESTA DI SQUALFICA E’ DI 2 ANNI

di GIDEON 12

Fortitudo LogoNella giornata di giovedì 12, l’Ufficio di Procura Antidoping del CONI ha emesso nove deferimenti, tra i quali anche quello del giocatore della Fortitudo Bologna Claudio Liverziani che è stato deferito al Tribunale Nazionale Antidoping del CONI.

Al numero 24 della squadra felsinea viene riconosciuta la responsabilità della violazione dell’art. 2.1. del Codice WADA per la positività riscontrata per presenza di Amfetamina in occasione del controllo antidoping disposto dal Comitato Controlli Antidoping CONI-NADO al termine della gara “Fortitudo – Parma” svoltasi a Bologna il 25 luglio 2009. Ed in base all’art. 10.2 del Codice WADA 2009 è stata richiesta una squalifica per Liverziani di 2 anni. L’articolo 2.1 del codice WADA cita testualmente: “Ogni Atleta deve assicurarsi personalmente di non assumere alcuna sostanza vietata. Gli Atleti sono ritenuti responsabili dell’assunzione di qualsiasi sostanza vietata, nonché dei relativi metaboliti o marker, rinvenuti nei loro campioni biologici. Pertanto, per l’accertamento di una violazione antidoping ai sensi dell’Articolo 2.1 non è indispensabile dimostrare che vi sia dolo, colpa, negligenza o uso consapevole da parte dell’Atleta”.

La speranza da parte dell’intero sito GRANDESLAM è che il Giudice incaricato della sentenza capisca che l’errore commesso da Claudio Liverziani è stato in buona fede e, conoscendone vita e carriera (quindi anche precedenti, ovvero, 0), attribuisca al giocatore una pena giusta e non “decisa in partenza”, in quanto ogni caso presenta caratteristiche proprie come in questa circorstanza.

Nelle prossime settimane, si dovrebbe sapere la sentenza definitiva.

STEFANO MICHELINI E’ IL NUOVO PRESIDENTE DELLA FORTITUDO BASEBALL

di GIDEON 12

Fortitudo Baseball logoCambiamento al timone della Fortitudo Baseball. Stefano Michelini è infatti stato eletto dall’Assemblea dei Soci, riunitasi in occasione del rinnovo del Consiglio Direttivo, Nuovo Presidente della squadra felsinea.
Michelini torna a ricoprire l’incarico di Presidente, dopo esserlo stato dal 1999 al 2004 (con la vittoria, nel 2003, dello Scudetto), e sostituisce Marco Macchiavelli, che lascia l’incarico di Presidente da Campione d’Italia in carica e passa al ruolo di Vice Presidente, insieme a Luciano Folletti.

Stefano Michelini è il nuovo Presidente della Fortitudo Bologna.

Stefano Michelini è il nuovo Presidente della Fortitudo Baseball.